ASCOLI PICENO – E’ in carcere Salvatore Parolisi da circa due mesi ormai. Telefona ogni settimana alla figlia Vittoria di due anni, ora affidata ai nonni materni.

Ma l’avvocato difensore Nicodemo Gentile chiede pubblicamente che al suo assistitio venga concessa la possibilità di incontrare la piccola. ”Salvatore Parolisi -dice – vuole salvaguardare nell’armonia di tutti i famigliari il bene della figlia. Fino a prova contraria è il padre e ha la patria potestà. Ha pieno diritto di vedere la bambina così come Vittoria ha il pieno diritto di vedere il padre e i nonni materni e paterni”.

“Al di là delle responsabilità penali, -aggiunge- deve essere una gestione della bambina equilibrata e serena”.

“Vittoria sta crescendo bene, ma sarebbe cresciuta meglio con la sua mamma. – ha affermato invece il fratello di Melania Michele Rea -Bisogna preservarla da tutto quello che sta succedendo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 198 volte, 1 oggi)