ASCOLI PICENO – E’ stato ufficialmente presentato venerdì 16 intorno alle 15 il ricorso al Tnas (il Tribunale nazionale di arbitrato sportivo del Coni) contro la penalizzazione inflitta dalla sentenza sul calcioscommesse, la quale ha addossato all’Ascoli la responsabilità oggettiva in relazione ai fatti commessi dai tesserati Vincenzo Sommese e Vittorio Micolucci. Sempre riguardio questi ultimi, la società ha ottenuto dalla Covisoc la sospensione al pagamento degli stipendi, in attesa, sempre, della pronuncia del Tnas anche sul ricorso dello stesso ex capitano bianconero.

Tra le poche note liete della partita di sabato scorso contro il Sassuolo c’è sicuramente Marcello Gazzola, pienamente recuperato dopo i guai fisici delle prime settimane. Ai microfono di ‘Piceno Time‘, il terzino bianconero parla della seconda sconfitta stagionale:”E’ stata una gara particolare, dove abbiamo avuto diverse occasioni, come la mia traversa, ma anche quella clamorosa di Alessandrio (Romeo, ndr). Avremmo meritato il pareggio. Riguardo i calci di punizione io e Alex Pederzoli le proviamo spesso in allenamento, poi il sabato si decide sul campo chi le calcia”. Sul negativo andamento in casa, il numero 23 bianconero promette un cambio di marcia: ” Non può essere un tabù interno il nostro, anzi dovremo fare del ‘Del Duca’ la nostra roccaforte, come è accaduto nello scorso anno, permettendoci di raggiungere la salvezza”. E intanto, sabato, ad Ascoli arriva il Verona:”E’ una bella opportunità per rifarci“.

Proprio per la partita contro i veneti, intanto, tornerà finalmente a disposizione anche il camerunense Parfait, dopo il terzo posto guadagnato con la Nazionale Under 23 ai Giochi d’Africa. Ancora a parte Sbaffo, insieme ad Andelkovic, Boniperti, Gazzola e Romeo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 319 volte, 1 oggi)