ASCOLI PICENO – Studiare e approfondire la conoscenza della lingua italiana attraverso un percorso didattico volto a favorire una migliore integrazione sociale e multietnica: è quanto hanno vissuto 24 cittadini extra-comunitari (in possesso tutti di regolare permesso di soggiorno) nell’ambito di un progetto formativo promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dalla Regione Marche in collaborazione con la Provincia. Il ciclo didattico, svoltosi presso le aule del Centro Locale di Formazione Industriale ad Ascoli Piceno, si è articolato attraverso lezioni tradizionali integrate da esposizioni di esperienze personali ed esercitazioni in aula.

Lo staff della Scuola di Formazione composto dalla responsabile dottoressa Fiorenza Pizi e dal funzionario Roberto Simonetti, con il supporto tecnico della mediatrice culturale, dottoressa Francesca Lupacchini, e della insegnante di “italiano” Barbara De Santis, ha accompagnato gli allievi lungo tutto il complesso iter formativo nel corso del quale i corsisti hanno potuto maturare utili conoscenze generali, sviluppando, nel contempo, maggiore auto-consapevolezza nei propri mezzi professionali e di apprendimento.

Il progetto si è articolato in due sezioni: nella prima gli allievi hanno appreso contenuti di base dell’alfabeto e nozioni della lingua grazie a illustrazioni e dispense grafiche; nella seconda gli stessi, consultando testi (narrativa, giornali e opuscoli) e materiale di approfondimento, hanno ampliato il proprio bagaglio culturale, esercitandosi sulle principali regole grammaticali e di comunicazione, avvicinandosi allo studio di materie quali legislazione sociale, diritto e ordinamento del servizio sanitario. “Il percorso – spiega il funzionario della Scuola, Simonetti – è stato caratterizzato da intensi momenti di scambio culturale che ha visto gli allievi relazionarsi con docenti ed addetti del centro migliorando, in modo concreto e positivo, la loro integrazione nel nostro territorio”.

Al termine delle ore in aula, gli allievi hanno sostenuto l’esame CILS (Certificazione di Italiano come Lingua Straniera) “Liv. A2” presso la struttura formativa “Victoria School” (sede ufficiale dell’Università per Stranieri di Siena), ottenendo il rilascio della certificazione valida per avere il permesso di soggiorno di lungo termine (come dispone la Legge del 04 giugno 2010). In tutto, sono stati 20 gli allievi che hanno superato i test, mentre soltanto 4 corsisti, che hanno superato solo in parte gli esami, avranno la possibilità di affrontare (entro un anno) le prove mancanti e conseguire la certificazione prevista.

Grande soddisfazione è stata espressa dall’Assessore Provinciale Petrucci, dalla dirigente Menicozzi e dalla direttrice della Scuola di Via Cagliari che, all’unisono, hanno sottolineato come “gli allievi provenienti da ogni angolo del mondo hanno non solo approfondito lo studio della nostra lingua, nel suo duplice aspetto strutturale e sociale, ma si sono avvicinati anche con grande interesse e curiosità agli usi, costumi e tradizioni del nostro Paese così ricco di storia e spirito d’accoglienza dimostrando notevole impegno, tanta applicazione e ammirevole spirito di apprendimento”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 65 volte, 1 oggi)