ASCOLI PICENO – Le indagini sulla rapina alla Orologeria Marinucci di Ascoli Piceno, avvenuta lo scorso 9 settembre, sono state rapide e hanno portato all’arresto, il 22 settembre, di A.D.C., 36enne foggiano, pluripregiudicato e senza fissa dimora, e di S.S., 44enne ascolano, anche lui pregiudicato, che avrebbe partecipato al colpo nel quale il titolare della gioielleria è stato anche malmenato. Sul capo di entrambi grava l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Carlo Calvaresi.

I balordi erano entrati nel locale verso le 16 e, con la scusa di un acquisto, si sono fatti aprire la cassaforte. In quel momento hanno cominciato a picchiarlo, procurandogli lesioni in diverse parti del corpo, soprattutto alla testa. Poi, avevano provato a prendere tutto ciò che potevano. Un ragazzo, però, aveva visto tutto. Era entrato nel negozio e, dopo una breve colluttazione, ha messo in fuga i malviventi, presi dal panico per l’imprevisto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 451 volte, 1 oggi)