ASCOLI (4-3-3): Guarna; Gazzola, Peccarisi, Faisca, Tamburini (27′ st Pasqualini); Parfait, Pederzoli (al 13′ st Vitiello), Di Donato (cap.); Papa Waigo, Romeo, Boniperti (21′ st Beretta). A disp: Maurantonio, Ciofani, Giovannini, Falconieri. All: Castori

VERONA (4-4-2): Rafael, Mancini (13′ st D’Alessandro), Russo (cap.), Ferrari (27′ st Bjelanovic), Halfredsson (33′ st Esposito), Abbate, Mareco, Gomez, Maietta, Scaglia, Panagiotis. A disp: Andrade, Ceccarelli, Donnelli, Cangi. All: Mandorlini

Arbitro: Cervellera di Taranto

Spettatori: 3.195 di cui 1.139 abbonati

Reti: all’11’ Ferrari (aut.), al 19′ Gomez, al 37′ st Bjelanovic

ASCOLI PICENO – Novità in formazione: Castori sceglie Parfait e fa esordire come titolare Filippo Boniperti. Presenti un centinaio di tifosi ospiti. Un minuto di silenzio osservato per i soldati italiani morti ieri in Afghanistan.

PRIMO TEMPO

1′ Partita la gara. Subito cori accesi tra le due tifoserie.

5′ Il primo assalto è bianconero, ma il colpo di testa di Romeo è alto sopra la traversa.

10′ Risponde l’Hellas, in completo giallo, con Panagiotti dopo un’insistente azione ospite. Il tiro-cross del n.77 si alzacomunque  alto.

11′ ASCOLI IN VANTAGGIO: Papa Waigo entra in area dalla sinistra e mette in mezzo un rasoterra potente che viene deviato forse da Ferrari in contrasto con Romeo, anche se la paternità della rete è dubbia.

19′ PAREGGIO DELL’HELLAS VERONA: ancora su calcio d’angolo, l’Ascoli si fa insaccare di testa da Gomez. Nell’azione precedente al corner, è sato bravo Guarna a deviare fuori un tiro di Scaglia.

21′ Picchio subito reattivo: ancora Papa Waigo a sfiorare di testa il 2-1 immediato su cross di Pederzoli.

29′ Ancora bianconeri vicino al vantaggio: bella punizione di Gazzola da 25 metri con il pallone che sfiora la traversa.

36′ La partita è equilibrata, anche se gli ospiti attaccano con più ordine e ritmo. I bianconeri, al contrario, sbagliano qualche pallone di troppo, rischiando in difesa.

41′ Hellas Verona vicinissimo al vantaggio: Ferrari serve in area Gomez a tu per tu con Guarna, ma l’estremo calabrese è a dir poco prodigioso a parare il tiro ravvicinato dell’argentino, peraltro in dubbia posizione. Intanto si avvertono tifosi nel settore della tribuna scoperta, dove alcuni tifosi veronesi sono stati fatti sgombrare.

45′ Finisce il primo tempo. Un Ascoli più incisivo nei primi 20′ va in vantaggio con un autogol di Ferrari su cross di Papa Waigo, ma ancora una distrazione difensiva su calci piazzati permette a Gomez di pareggiare. Partita accesa, anche sugli spalti, con tanti sfottò tra le curve e qualche disordine in tribuna scoperta.

SECONDO TEMPO

1′ Comincia la ripresa, mentre pare che due steward siano rimasti contusi negli scontri del primo tempo avvenuti nel settore della tribuna scoperta. Nessun cambio sul cambio.

4′ Comincia bene l’Ascoli che impensierisce gli ospiti con un tiro da fuori di Tamburini finito a lato, a seguito di una notevole azione personale di Boniperti sulla fascia destra. Buona la prova del talento scuola Juventus. Deludente, invece, per ora, quella di Parfait.

10′ Hellas Verona vicino al vantaggio: su cross di Hallfredsson, Ferrari stampa la palla sul palo sinistro di Guarna. Fortunata in questo caso la difesa bianconera, in giornata no.

13′ Passano tre minuti e ancora Ferrari su cross sempre dello svedese gialloblù che sfiora di testa il vantaggio. Nell’Ascoli, nel frattempo, entra Vitiello per Pederzoli. Per il Verona esce Mancini per D’Alessandro.

21′ Fa il suo ingresso Beretta che prende il posto sulla fascia destra di Boniperti, autore di una bella prova.

27′ Fa il suo esordio in campionato il giovane terzino Pasqualini al posto dell’infortunato Tamburini. Sulla sponda veronese, invece, entra l’ex Bjelanovic per Ferrari.

36′ VERONA IN VANTAGGIO: Sull’ennesima parla persa di Parfait a centrocampo, gli ospiti segnano con Bjelanovic, su cross rasoterra di Gomez, autore di una fuga sulla sinistra.

45′  Tre i minuti di speranza per i bianconeri agguantare il pareggio.

45’+ 3: Finisce la gara. L’Ascoli subisce la seconda sconfitta consecutiva, la terza su quattro gare interne, dopo 90′ in cui la squadra di Castori è sembrata la brutta copia di quella ammirata lo scorso anno. Male Parfait e Romeo, bene, invece, Boniperti, oltre ad uno straordinario Guarna, autore di numerosi salvataggi, a testimonianza di come la sconfitta sia meritata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.165 volte, 1 oggi)