ASCOLI PICENO – In merito al ricorso presentato dall’Ascoli Calcio dinanzi al Tribunale di arbitrato del Coni in seguito alla penalizzazione della Corte di Giustizia Federale, confermata da quella d’Appello,  nella giornata di ieri, lunedì, era circolata la voce di un possibile respingimento di tale ricorso. Per questo, da Corso Vittorio Emanuele hanno precisato la notizia spiegando sul proprio sito internet che “il ricorso presentato dinanzi al Tnas non è stato affatto respinto in quanto deve essere ancora celebrato; si è ancora in attesa, infatti, della costituzione del Collegio Arbitrale. Ciò che non è stata accolta – peraltro in un certo senso prevedibilmente – è solo la richiesta cautelare di sospensione delle sanzioni inflitte”. Niente allarmismi, dunque, ma solo un semplice e affrettato equivoco.

Riguardo la sfida di mercoledì al ‘Del Duca’ contro la Reggina, invece, non sono ammesse distrazioni alcune. L’Ascoli è ancora alla ricerca della prima vittoria in casa e quella di domani può essere l’occasione giusta, stimolata, oltretutto, dalla bella prova di sabato a Grosseto. Sfortuna vuole che anche l’avversario abbia forti motivazioni: i calabresi di mister Breda, infatti, arrivano da due sconfitte consecutive, l’ultima in casa per 2-1 contro la Juve Stabia, frutto, forse di una formazione troppo offensiva e che, come ha spiegato il ds Simone Giacchetta nella trasmissione ‘Il Bianco e il Nero‘ di lunedì, “potrebbe essere ritoccata per donare più equilibrio”. Rimane il fatto che sentire pronunciare un attacco composto da Missiroli, Bonazzoli, Ceravolo (anche se quest’ultimo in ballottaggio con Campagnacci) mette i brividi.

Veniamo all’Ascoli: ancora senza Andelkovic, Sbaffo e Ilari, Castori avrebbe mille modi di fare turn over ma è anche difficile non confermare gente come Giovannini e Vitiello che, seppur chiamata poco in causa, hanno tutto per confermarsi titolari anche con gli amaranto. In difesa, comunque, potrebbe rivedersi Tamburini, mentre a centrocampo stessa cosa per Pederzoli. E’ davanti, invece, che si attendono i progressi principali: a parte Papa Waigo, tutti gli altri devono dimostrare di essere all’altezza della causa. Assente Beretta impegnato con l’Under 20, potrebbe essere offerta una possibilità a Boniperti.

Ultima notizia, dal tocco scaramantico, legata alla designazione arbitrale: il giudice di gara sarà Emiliano Gallione di Alessandria e, in sei precedenti, l’Ascoli ha ottenuto tre vittorie (tra cui quella dello scorso maggio con il Siena per 3-2) e tre pareggi. Favorevoli ai bianconeri anche i precedenti disputati al ‘Del Duca’: tre vittorie, tra cui l’ultima nello scorso torneo con reti di Lupoli e Giorgi, due pareggi e due sconfitte, tra cui svetta l’1-3 della gestione Pillon e che vide il gesto di fair play che portò, con tanto di critiche, alla ribalta nazionale la squadra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 214 volte, 1 oggi)