ASCOLI PICENO – Castori manda in campo ben sei difensori di ruolo, con ovvie novità di disposizioni in campo: nel 4-4-2 Tamburini e Gazzola fanno gli esterni alti con alle spalle Faisca e Ciofani. Breda, dall’altra parte, manda in panchina Ceravolo e De Rose e in campo l’ex bianconero Antonio Marino.

ASCOLI: Guarna; Ciofani (3′ st Soncin), Giovannini (7′ st Boniperti), Peccarisi, Faisca; Gazzola, Di Donato (cap.) (22′ st Parfait), Pederzoli, Tamburini; Papa Waigo, Romeo. A disp: Maurantonio; Pasqualini, Vitiello, Marchionni, Boniperti. All: Castori

REGGINA (3-4-1-2): Marino P.; Adejo, Emerson, Marino A.; D’Alessandro, Castiglia (25′ st Barilla), Viola N., Rizzato, Missiroli; Bonazzoli (cap.) (23′ st Ceravolo), Campagnacci (30′ De Rose). A disp: Kovacsik, Cosenza, Colombo, De Rose, Viola A. All: Breda

Arbitro: Gallione di Alessandria

Spettatori: 2.757 tra cui 1139 abbonati

Rete: 3′ Peccarisi (aut.)

PRIMO TEMPO
3′ REGGINA IN VANTAGGIO, autorete di Peccarisi: Ascoli subito sotto a causa di una rocambolesca quanto sfortunata svirgolata del difensore ex Ancona che, nel tentativo di rinviare, manda la palla sotto l’incrocio alla destra di Guarna. Dunque, ancora un infortunio per il difensore dopo il ‘mani’ di sabato scorso.
9′ Primo squillo dell’Ascoli: su corner di Pederzoli Peccarisi sceglie bene il tempo ma la deviazione è debole e centrale.
17′ Proteste bianconere per un fallo di mano di Adejo dopo un tacco di Romeo, ma la distanza era breve per condere il tiro dal dischetto.
23′ Reggina vicinissima al raddoppio con Campagnacci che, dopo un liscio di Faisca di testa, si presenta solo davanti a Guarna che è abile a deviare il tiro con il piede.
30′ Partita non dall’alto tasso tecnico, con molti errori individuali delle due difese.
33′ Occasione sprecata su punizione dai bianconeri: sul cross del solito Pederzoli, Papa Waigo anticipa tutti, ma anche Romeo che, alle sue spalle, era tutto solo per colpire la sfera da pochi metri.
41′ Ascoli che cresce, malgrado le difficoltà di impostazione: è Papa Waigo a creare i pericoli principali, ma il suo colpo di testa su cross di Faisca è alto.
45′ Si va al riposo senza recupero e senza grandi emozioni: la Reggina, pericolosa con i suoi avanti, è in vantaggio, ma solo grazie ad una autorete.

SECONDO TEMPO
1′ Nessun cambio tra le due squadre. Anche se si stanno scaldando Soncin, Parfait e Boniperti.
3′ Primo cambio: dentro Soncin, alla ricerca della prima rete, al posto di Ciofani. Gazzola torna dietro e nella sua posizione va Papa Waigo.
6′ Con tre attaccanti di ruolo, ora l’Ascoli è senza dubbio più aggressivo: dopo una azione prolungata alla fine ci prova Di Donato da fuori, seppur con scarso risultato. Nell’azione seguente è D’Alessandro che raccoglie un cross dalla sinistra ma il suo destro finisce alto.
7′ Castori butta dentro un’altro attaccante: Boniperti, per il difensore Giovannini. Cambiano ancora le posizioni: Tamburini torna a fare il terzino e nella sua zona va il neoentrato.
15′ Malgrado sia una partita corretta, Gallione estrae in un quarto d’ora ben tre gialli a Soncin, Di Donato e Boniperti, i primi due per proteste.
20′ La partita è ora a senzo unico: i bianconeri sono in assoluto forcing e schiacciano gli ospiti nella propria area: i migliori, senza dubbio, Papa Waigo e Gazzola, autori di innumerevoli cross dalla destra.
22′ Proprio gli ultimi due costruiscono la prima occasione da gol della ripresa: cross di Gazzola e colpo di testa di poco a lato del senegalese. Dentro anche Parfait al posto di Di Donato.
24′ Ancora Picchio vicino al pareggio: azione confusa in area con batti e ribatti senza conclusioni effettive, alla fine è Soncin a deviare fuori di testa.
29′ Nuova occasione da gol: Faisca devia di testa in porta su punizione, ma Marino si tuffa e respinge. Calcio piazzato procurato da Papa Waigo, atterrato dopo aver superato due uomini sulla fascia.
38′ Ascoli in dieci uomini: espulso Boniperti. Ancora una volta un’espulsione in una gara giocata in casa. Il giovane attaccante, dopo aver perso palla sulla trequarti con la squadra in area, si fa ammonire per la seconda volta.
43′ A pochi minuti dal termine la Reggina sfiora il 2-0: Rizzato entrato in area tira debolmente con Peccarisi che salva a un metro dalla linea.
45′ Quattro i minuti di recupero.
49′ PAREGGIO DELL’ASCOLI: Nell’ultima azione di gioco, l’arbitro Gallione decreta il rigore per fallo di mano di Barilla su percussione centrale di Parfait: sul dischetto va Papa Waigo che realizza il quarto gol stagionale

Contro un avversario che crea poco o nulla, l’Ascoli spreca l’ennesima occasione per vincere davanti alla propria tifoseria. Altra prova spenta dei bianconeri che vanno sotto con un’autorete goffa di Peccarisi e, disposti ineditamente con un 4-4-2, costruiscono con diffocoltà poche palle gol, soprattutto sulla destra con Gazzola tra i migliori in campo. Alla fine, con Boniperti espulso, i ragazzi rimediano nell’ultimo minuto con un rigore trasformato da Papa Waigo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 380 volte, 1 oggi)