ASCOLI PICENO – Potrebbe essere ascoltato in Puglia, dove risiede, l’ex detenuto che dal carcere di Marino avrebbe rivelato importanti particolari circa la sorte di Jason, il bambino di pochi mesi scomparso da Folignano dai primi di luglio.

L’uomo, ex detenuto compagno di cella di Denny Pruscino, padre del bimbo, ha rivelato ad un giornalista della trasmissione “Chi l’ha visto” che Denny gli racconto di aver ucciso lui stesso Jason perchè piangeva, e di aver abbandonato il piccolo nei pressi di un bosco di Castel Trosino.

La scorsa settimana, poi, in sede di incidente probatorio, Denny e sua moglie Katia Reginella fornirono al Gup di Ascoli per la prima volta in questi mesi due versioni convergenti: “Jason è morto in seguito ad un incidente domestico”. E avrebbero aggiunto che il corpo del piccolo è stato lasciato nel bosco.

Da capire quindi quale sia la versione più vicina alla verità. La posizione del padre di Jason potrebbe aggravarsi qualora l’ex detenuto confermerà quanto detto e la Procura troverà riscontri  alle sue dichiarazioni. A tal proposito i Pm ascolani hanno acquisito la registrazione dell’intervista. L’avvocato difensore dell’uomo Felice Franchi aspetta di conoscere meglio i dettagli degli atti prima di fare ulteriori valutazioni ma ribadisce che la propria strategia difensiva procede separatamente rispetto all’inchiesta della Procura.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 171 volte, 1 oggi)