ASCOLI PICENO – È stato siglato il Protocollo d’intesa tra l’Amministrazione provinciale, la Comunità Montana del Tronto ed i Comuni di Venarotta, Roccafluvione, Montegallo e Palmiano per la realizzazione di un plesso scolastico intercomunale in località Capodipiano di Venarotta. A firmare l’importante accordo, utile alla razionalizzazione del sistema scolastico in un momento di difficoltà economica, sono stati il presidente della Provincia Piero Celani, il presidente della Comunità Montana Maria Anna Perotti ed i sindaci dei quattro Comuni interessati: Emidio Sciamanna, Marcello Formica, Sergio Fabiani e Giuseppe Amici.

L’intervento si avvale della compartecipazione finanziaria della Comunità Montana per un importo complessivo di 500mila euro (125 mila per ogni ente locale partecipante) e di un contributo di 250 mila euro da parte del Consorzio Bim (Bacino Imbrifero del Tronto). Ulteriori risorse regionali e statali saranno reperite anche mediante il supporto della Provincia che, in base al protocollo, ha proprio il compito di fornire l’assistenza tecnica-amministrativa alla realizzazione dell’opera.

“Sarà un polo scolastico moderno comprendente asilo, scuola primaria e secondaria di primo grado con servizi collettivi quali, mensa, palestra polivalente, biblioteca, sala lettura, aule multimediali e laboratori – ha spiegato il presidente Celani – non solo, la struttura fungerà da polo culturale con teatro e auditorium e sarà un punto di riferimento sociale per la comunità locale anche con un centro diurno per anziani e disabili”. “In questa prospettiva – ha aggiunto Piero Celani- la Provincia, in base al principio di sussidiarietà verso gli enti minori, darà il supporto tecnico-amministrativo per gli iter progettuali richiesti e per l’accesso ai vari canali di finanziamento necessari, coordinando le azioni su area vasta”.

Da parte loro i Sindaci di Venarotta, Emidio Sciamanna e Roccafluvione, Marcello Formica hanno evidenziato come “accorpando i servizi e gestendoli in maniera associata si può far fronte meglio ai tagli evitando sprechi e la delocalizzazione delle scuole favorendo quindi il mantenimento della popolazione residente e dell’identità del territorio”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 242 volte, 1 oggi)