ASCOLI PICENO – Lo scorso 7 ottobre è avvenuto un importante passo tra due associazioni sportive per disabili operanti nella città delle Cento Torri. L’Associazione Polisportiva Dilettantistica “Picena non Vedenti” e l’associazione Piceno Sport Handicap hanno firmato un fondamentale protocollo d’intesa e collaborazione, che le vedrà operare all’unisono per il prossimo triennio, nell’intento di perseguire gli stessi obiettivi.

“Si tratta di un accordo significativo tra due società – ha commentato Massimiliano Brugni, assessore allo Sport – come fine hanno l’integrazione dei propri soci e da qualche anno a questa parte stanno dando lustro alla città di Ascoli”.

La Polisportiva Picena non Vedenti, ormai è una realtà consolidata che da quattro anni opera sul territorio, praticando la disciplina del torball a livello agonistico, nel campionato nazionale di serie B ed aiutando diversi ragazzi con handicap visivo ad avvicinarsi allo sport; medesimo discorso per lo Piceno Sport Handicap, che si occupa di ragazzi con disabilità motoria, con l’obiettivo di portarli nella sfera del basket in carrozzina.

“Senza dubbio si tratta di un passo storico, tra due società attive sul territorio – ha dichiarato il presidente di Piceno Sport Handicap Andrea Accorsi – che ci aiuterà a promuovere le nostre discipline, a sensibilizzare la popolazione e le istituzioni”.

In linea con le sue dichiarazioni arrivano quelle del presidente della Polisportiva Picena non Vedenti Andrea Rossi che spiega come la firma su questo protocollo sia un grande motivo di orgoglio perché si tratta di una collaborazione indispensabile fra due associazioni di volontariato che trovano sempre maggiori difficoltà nel reperire risorse umane, economiche e materiali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 132 volte, 1 oggi)