ASCOLI PICENO – Forse domani a quell’ora sarà seduto al fianco del Presidentissimo, o forse sarà in mezzo alla curva, a sostenere il Picchio come ha fatto anche l’ultimo giorno della sua vita. Una cosa, però, è certa: sabato un pezzo di Nazzareno, ‘Reno’, Filippini sarà al ‘Del Duca’ e con lui il drammatico ricordo di una vita spezzata brutalmente, quanto inutilmente, per uno sport che dovrebbe emozionare, non distruggere. E così, in occasione di Ascoli-Sampdoria e, a pochi giorni di distanza dal 23mo anniversario della sua morte (avvenuta il 9 ottobre 1988, dopo Ascoli-Inter), il capitano Daniele Di Donato, Andrea Soncin ed Enrico Guarna si recheranno prima del fischio iniziale sotto la ‘seconda casa’ di Reno Filippini, la Curva Sud, per depositare un mazzo di fiori e una maglia bianconera con la scritta ‘Reno nel tuo caro ricordo‘.

Inoltre, prima che inizi la gara, Enrico Guarna e Andrea Soncin, verranno premiati dall’ex giocatore e allenatore bianconero Massimo Silva per aver superato le cento presenze con la casacca bianconera: per loro è pronta una cornice ricordo contenente una maglia dorata con il numero 100.

Riguardo la gara, sono venti i convocati da mister Castori, dopo la rifinitura di venerdì mattina. Indisponibili Ciofani, Andelkovic e Ilari, torna Boniperti dopo la squalifica, mentre nessun problema per Di Donato dopo le noie della settimana. Formazione difficile da indovinare, dunque. Improbabile vedere Sbaffo subito dal 1′, mentre Soncin dovrebbe essere confermato in attacco con un dubbio, se schierarlo a sinistra con Romeo riferimento più alto, o al centro. Nel secondo caso si aprirebbe la ‘caccia’ per il nome dell’esterno di sinistra: sarà Beretta, Boniperti, Tamburini o, perché no, la sorpresa Sbaffo? Sulla sponda genovese (che ricorda i diciotto anni dalla scomparsa dello storico patron Paolo Mantovani), Atzori confermerà il 4-4-2 delle ultime settimane. Recuperati Foggia, Gastaldello e Palombo, l’unico dubbio riguarda il partner d’attacco di Bertani. Due le soluzioni: Pozzi e Piovaccari.  Arbitrerà la gara Ciampi di Roma. L’ultimo dei 15 precedenti al ‘Del Duca’ risale al 2006: 1-1 con le firme dei due Delvecchio: Marco per l’Ascoli e Gennaro per gli ospiti. E’ uno dei cinque pareggi, mentre sei sono le vittorie ascolane (ultima il 2-1 con doppietta di Tosto del 2005), mentre gli exploit blucerchiati sono 3, l’ultimo nel 1992.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 776 volte, 1 oggi)