ASCOLI PICENO – Partito lo scorso 24 settembre da Catania, il truck del Ministero della Gioventù ha fatto tappa ieri 13 ottobr, nella città di Ascoli. Fin dal mattino, centinaia di giovani ascolani hanno visitato oltre che lo stesso truck gli stands delle varie associazioni di formazione professionale e di volontariato dislocati in piazza.

Il progetto “Gioventù ascolana” è finalizzato a valorizzare tutte quelle attività inerenti al mondo giovanile (dallo sport, al lavoro, al volontariato, allo studio) e, soprattutto, a premiare l’impegno dei ragazzi che abbiano conseguito importanti titoli sportivi o raggiunto obiettivi meritevoli di essere promossi e condivisi.

“Per questo abbiamo accolto con molto piacere il Truck itinerante del volontariato: volontari che cambiano il mondo, il progetto che il ministero della gioventù ha realizzato per promuovere la partecipazione e la cittadinanza attiva dei giovani; sviluppare la solidarietà; promuovere la tolleranza tra i giovani; favorire la conoscenza, la comprensione e l’integrazione culturale tra i giovani di paesi diversi. Uno strumento – ha dichiarato il sindaco Castelli – dove i giovani hanno potuto conoscere quanto si sta facendo per loro su temi come il lavoro, la casa, la famiglia nell’ambito di “diritto al futuro”. Si tratta di un pacchetto di azioni: fondo per la casa, fondo per lo studio, fondo genitori precari, campus mentis e fondo mecenati perché “Diritto al futuro” è la fiducia in una generazione”.

Numerose sono state anche le scolaresche affluite nel corso della mattina per far visita agli stands delle varie associazioni di formazione professionale e di volontariato presenti in piazza Arringo. Nel pomeriggio invece è stata la volta del 235° reggimento addestramento volontari “Piceno” che, aderendo all’invito del sindaco Guido Castelli e dall’assessore alla gioventù, Massimiliano Brugni, ha partecipato con una folta rappresentanza di soldatesse che hanno manifestato tanta curiosità ed interesse nei confronti dell’iniziativa.

Una giornata intensa, quindi. Un’occasione per condividere esperienze, conoscere, informarsi ulteriormente, socializzare e fare rete con altri operatori giovanili del settore al fine di intensificare e migliorare le misure tese a valorizzare il volontariato in Europa e la partecipazione attiva dei giovani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 79 volte, 1 oggi)