ASCOLI PICENO – La concessione di edicole funerarie aperte ha incontrato il favore dei cittadini.
All’Ufficio Servizi Cimiteriali di via Giusti sono giunte numerose richieste per le oltre sessanta edicole funerarie disponibili complessivamente tra il cimitero di Borgo Solestà e quelli rurali di Piagge, Venagrande e Mozzano.
Nello specifico si tratta di 32 edicole a Borgo Solestà, 12 a Piagge, 11 a Venagrande e 8 nel cimitero di Mozzano.
Il prezzo assolutamente congruo e la possibilità di riunire i propri defunti in un unico sito ( ogni edicola dispone di 4 o 5 loculi) ha reso questa concessione particolarmente interessante tanto che sono giunte molte richieste da parte di cittadini interessati.
“Con queste edicole funerarie aperte che utilizzano, in verticale, 4 o 5 loculi – ha dichiarato il sindaco Guido Castelli – e che potranno essere “personalizzate” con l’indicazione del proprio cognome, siamo in grado di soddisfare le numerose richieste di cittadini che vogliono acquisire in concessione un’edicola funeraria a costi accessibili anche con lo scopo di tumularvi i familiari defunti e sepolti in zone diverse del cimitero o addirittura in cimiteri di altri Comuni”.
Il cimitero di Borgo Solestà e i cimiteri rurali delle frazioni negli ultimi anni sono stati potenziati con la costruzione di nuovi loculi in grado di far fronte alle necessità, si calcola, fino alla fine del biennio 2016/1018.
Ma, come nel caso del Cimitero di Borgo Solestà dove non vi sono più spazi sui quali costruire cappelline private, ecco la proposta delle edicole funerarie che si differenziano dalle cappelline essenzialmente perché strutture aperte ma con un notevole abbattimento di costi in quanto limitati al solo onere per la concessione che è novantanovennale ed immediatamente disponibili.
Finora, infatti, il classico fornetto poteva essere richiesto solo perché c’era una salma da tumulare e la concessione era trentacinquennale. Con le edicole funerarie, invece, la disponibilità non dipende dal decesso e la concessione passa dai 35 ai 99 anni, così come per le cappelline.
Dicevamo dei prezzi particolarmente interessanti.
Per il cimitero di Borgo Solestà, le edicole funerarie aperte da 5 lotti costano € 18.200,00 mentre quelle da 4 loculi € 16.400,00.
Nei cimiteri rurali di Piagge, Venagrande e Mozzano vi sono una decina di edicole per ogni cimitero da 5 loculi sovrapposti con una canone concessionario, sempre novanta novennale, che va da € 9.600,00 a € 11.950,00.
Si calcola che questo piano consentirà all’Amministrazione Comunale di introitare somme maggiori (circa 886.600,00 euro), ed anticipatamente, rispetto alla concessione trentacinquennale dei medesimi loculi che, contrariamente, verrebbero assegnati, nel tempo, solo contestualmente ai decessi delle persone.
La concessione d’uso della sepoltura, come detto, è per 99 anni, così come previsto dal Regolamento di Polizia Mortuaria (concessione sia del manufatto che dell’area sulla quale insiste). A carico del concessionario è la manutenzione ordinaria del manufatto, per tutto il periodo della concessione; la possibilità di rinuncia della concessione da parte del concessionario può esercitarsi non prima di 15 anni dalla data dell’atto di concessione e la possibilità di rinnovo per un uguale periodo di tempo.
Le edicole saranno proposte agli interessati che ne hanno fatto richiesta e che sono in graduatoria (fino ad esaurimento edicole disponibili) rispettando l’ordine cronologico di trasmissione della domanda.

Per ulteriori informazioni gli interessati possono rivolgersi all’Ufficio Servizi Cimiteriali in via Giusti, orario, dal lunedì al venerdì: ore 9.00 – 13.00, martedì e giovedì pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 17.00.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 427 volte, 1 oggi)