ANCONA – Un Gian Mario Spacca all’attacco del Governo, in merito ai danni relativi al maltempo che tanti disastri e vittime hanno fatto anche negli ultimi giorni in Liguria e Toscana. Ma anche nelle Marche, lo scorso marzo, ci furono conseguenze disastrose.

“E’ giusta e corretta la decisione assunta questa mattina dal Consiglio dei Ministri sull’emergenza maltempo per lo stanziamento di risorse subito disponibili per la Liguria e la Toscana, così duramente colpite dal maltempo dei giorni scorsi – afferma Spacca – In proposito ribadisco la mia solidarietà e la profonda vicinanza della gente delle Marche, come ho già avuto modo di fare personalmente nei giorni scorsi ai presidenti Rossi e Burlando, alle popolazioni della Toscana e della Liguria che stanno vivendo momenti terribili. Allo stesso tempo, però, manteniamo la massima vigilanza per quel che riguarda il ristoro dei danni provocati dall’alluvione che, altrettanto duramente, ha colpito le Marche nel marzo scorso e per la quale siamo ancora in attesa dell’assegnazione di fondi da parte del Governo”.

Questo il commento sull’esito del Consiglio dei Ministri riunito questa mattina in via straordinaria per lo stato di emergenza in Liguria e Toscana: “Il Governo – prosegue Spacca – ha oggi confermato, anche per la nostra regione, l’obbligatorietà prevista dal Milleproproghe, del concorso Regioni-Stato centrale nel reperire i fondi per le emergenze. Noi abbiamo già fatto la nostra parte, tramite il ricorso all’unica strada percorribile che era quella dei tributi e della fiscalità. Continuiamo ad attendere con impazienza che il Governo faccia la propria anche per le Marche, scongiurando disparità di trattamento tra territori ugualmente colpiti da così gravi calamità”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 196 volte, 1 oggi)