ASCOLI PICENO – Al via i primi intervenenti per l’adeguamento delle fermate extra urbane alle esigenze dell’utenza disabili.

Abbattere le barriere architettoniche e migliorare sensibilmente l’utilizzo del trasporto pubblico locale da parte degli utenti disabili: è questo l’obiettivo del progetto “Mobilità Integrata” promosso dalla provincia di Ascoli Piceno e presentato stamani alla stampa ed ai rappresentanti delle associazioni interessate nella sala del consiglio Provinciale. Ad illustrare le linee guida dell’iniziativa c’erano il presidente della provincia Piero Celani, l’assessore provinciale ai trasporti Filippo Olivieri, il sindaco di Ascoli Guido Castelli e il vice sindaco del comune Castel di Lama Alessandro Corradetti.

“Si tratta di uno studio pilota, realizzato dall’assessorato provinciale ai trasporti in stretta sinergia con l’assessorato alla viabilità e con l’azienda di trasporto Start Plus – ha spiegato l’assessore Olivieri – per l’adeguamento delle fermate extra urbane alle esigenze dell’utenza disabile lungo la strada provinciale 235 (ex Statale Salaria). Di solito – ha evidenziato Olivieri – quando si parla di accessibilità si tende a concentrarsi sulla disponibilità di autobus attrezzati con pedana mentre, in realtà, esistono anche molti altri aspetti fondamentali come la sistemazione dei marciapiedi e la realizzazione di rampe collegate alle fermate, il miglioramento degli spazi delle pensiline e di altri elementi strutturali per garantire la piena funzionalità delle fermate e , proprio su tali esigenze incide il progetto della Provincia parallelamente all’adeguamento progressivo del parco mezzi delle società di trasporto pubblico locale ”.

“Abbiamo scelto di realizzare i primi interventi lungo la direttrice Ascoli Piceno – San Benedetto del Tronto che, in termini di volume di passeggeri e di percentuali di utilizzo, rappresenta la principale linea di trasporto su gomma – ha sottolineato il presidente Celani – la Provincia è intervenuta rendendo pienamente accessibile una fermata tra Villa Sant’Antonio e Castel di Lama, sulla strada provinciale Salaria e sono attualmente in corso i lavori relativi ad un’altra fermata a ridosso del villaggio “Sant’Emidio”, ad Ascoli Piceno, sempre lungo Salaria. Sono, inoltre in programma due ulteriori interventi nei territori di Castorano e Spinetoli che saranno eseguiti a breve sempre lungo la direttrice Ascoli – San Benedetto. Cercheremo nel corso del 2012 di ampliare le linee e le fermate interessate – ha aggiunto il presidente – fino a coprire le tratte più importanti del territorio. Riteniamo, infatti, questo progetto di grande valenza sociale ed una risposta concreta e tangibile alle legittime esigenze e alle aspettative manifestate dai rappresentanti delle associazioni dei disabili impegnate, al fianco delle istituzioni, per promuovere una migliore qualità dei servizi e per abbattere le barriere architettoniche in ogni settore dei servizi e della vita della comunità locale”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 202 volte, 1 oggi)