DA RIVIERA OGGI NUMERO 889

ASCOLI PICENO – Massimilano Brugni, assessore allo Sport e alla Gioventù del Comune di Ascoli, spiega risultati e obiettivi della sua attività di amministratore.

Assessore, dal 2009 ad oggi, quali sono gli obiettivi raggiunti?
“Il primo, quello di continuare a imprimere un preciso valore sociale allo sport. Ci stiamo sforzando di mantenere basse le tariffe degli stessi impianti, risultate, da una recente analisi, tra le più basse a livello nazionale. Per gli spazi utilizzati dalle discipline a livello giovanile, il costo che abbiamo imposto è pari a zero. Ciò ha portato ad un esborso di circa 500 mila euro dalle casse comunali, ma le politiche di risparmio energetico ci permetteranno di ridurre le spese, grazie al fotovoltaico (il cui progetto è stato già approvato in giunta) e al cogeneratore della piscina comunale. Queste operazioni sono una prima risposta all’emergenza socio-educativa nella nostra città, che ha ben 14 mila iscritti in società sportive su 52 mila abitanti. Riguardo ai giovani, siamo contenti di dire che in questi due anni è stato finalmente abbattuto il muro di diffidenza ultradecennale dei giovani nei confronti delle amministrazioni locali”.

Parliamo degli obiettivi da raggiungere da qui a fine mandato.
“Abbiamo ‘allungato la vita’ dei campi in erba sintetica di Monticelli e Monterocco, mentre dal 22 agosto sono in corso dei lavori di straordinaria manutenzione presso la piscina comunale di via Spalvieri. Inoltre abbiamo ottenuto diversi finanziamenti dal ministero della Gioventù: siamo in attesa di veder approvato un progetto chiamato Ap Art Up – Gioventù creativa’, presentato in seguito ad un bando de Ministero e dall’Anci, che ci vede cooperare insieme al comune di Biella, all’Accademia dell Belle Arti di Macerata e al Cup. Il progetto ci consentirà di avere risorse perla creatività dei ragazzi e, magari, portare avanti un percorso lavorativo. Il 12 ottobre prossimo ospiteremo il ‘Trackday’ organizzato sempre dal Ministero, che darà informazioni ai giovani per quanto riguarda tutti i fondi a loro dedicati”.

Come procedono i lavori per la riqualificazione della zona ‘Tofare’ e per la creazione di un nuovo campo da calcio?
“Riguardo la prima, nei giorni scorsi l’associazione sportiva ‘Piceno United’ si è aggiudicata la gara d’appalto e presto di cominceranno i lavori. Per l’altra questione, Ascoli, viste le tante società sportive, necessita di un altro campo. Se l’idea di farlo a Monticelli è tramontata per motivi di spazio, si sta pensando ora alla zona del ‘Villaggio del fanciullo’. È comunque già prevista una risorsa di 380 mila euro”.

Ci parli del progetto ‘Gioventù ascolana – Giovani di talento’.
“È nato dall’esigenza di far conoscere agli ascolani quanti ragazzi di talento possiede la città, anche per cancellare la brutta immagine data loro per lo più dai mass media. Ma Gioventù Ascolana serve anche a dare esempi positivi. A due mesi dal lancio abbiamo già ricevuto tantissimi curricula e continueremo a nominare ogni mese il miglior giovane”.

Come sono attualmente i rapporti con l’Ascoli Calcio, visti gli attriti dei mesi scorsi?
“L’Ascoli è un bene di tutti e deve essere preservato in tutti i modi. Perciò, non intendiamo mai più polemizzare con la famiglia Benigni”.

Infine, un messaggio per gli sportivi e per i giovani.
“I momenti sono difficili, c’è in atto una crisi economica ma anche sociale. Penso che dai giovani possa venire un messaggio positivo per riscattare questo momento. È in fasi come questa che escono i migliori”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 266 volte, 1 oggi)