OFFIDA – Impegni presi con i quartieri San Lazzaro e Lava rispettati. Questo l’esito dell’incontro promosso dalla Giunta con i residenti nell’ambito dell’iniziativa “Il Comune nei/dei Quartieri”. Iniziativa che piano piano tocca tutte le zone del territorio offidano, attraverso la quale l’Amministrazione, guidata da Valerio Lucciarini, incontra i componenti dei Consigli di Quartiere con i loro Presidenti per fare il punto degli interventi realizzati in ogni zona e predisporre di concerto con le rappresentanze dei cittadini quelli  per il futuro. Un progetto che si pone come una verifica a metà legislatura dell’attività svolta e che vuole essere anche uno stimolo per quella futura. Parallelamente agli incontri con i comitati di quartiere la Giunta sta tenendo incontri pubblici con una duplice finalità: da un lato informare i cittadini sugli effetti delle manovre improntate in estate dal governo Berlusconi su Comuni ed Enti Locali, dall’altro conoscere le loro esigenze.  L’iniziativa dall’emblematico nome “Manovre pericolose” farà tappa giovedì 17 novembre alle 21 presso il locale Mandozzi a Borgo Miriam. Sarà Paolo D’Erasmo, sindaco di Ripatransone il relatore principale della serata, il quale offrirà la testimonianza della sua attività amministrativa e delle difficoltà che come Primo Cittadino  incontra quotidianamente alla luce dei tagli inferti dal governo.

Nonostante le difficoltà comunque, i residenti dei quartieri San Lazzaro e Lava, hanno visto mantenute le promesse dell’Amministrazione. Oltre all’avvio dei lavori per la riqualificazione della strada de “Il Castello” sono infatti in fase conclusiva i parcheggi di scambio presso l’area ex Fornace che garantirà 200 nuovi stalli per le auto. Un’opera pubblica di notevole importanza  e molto attesa. Anche l’ambiente si appresta ad una maggiore tutela con l’attivazione della raccolta “Porta a Porta” estesa dal 2011 anche a queste due località. Un ulteriore passo nell’attenzione all’ambiente che conferma Offida quale unico comune riciclone della Provincia di Ascoli Piceno con il 56% di differenziata. Si è completato inoltre  lo studio di fattibilità del  raccordo viario tra i due quartieri che sarà realizzato in prosecuzione all’area dell’impianto fotovoltaico recentemente  denominato San Lazzaro 1.

Bilancio positivo dunque per i due quartieri sui quali però grava un’unica grande preoccupazione: i lavori della Mezzina. Il quartiere Lava si insedia proprio sulla direttrice che collega Offida con Castel di Lama vivendone dunque i diretti disagi. San Lazzaro invece insiste sulla Collecchio, che oggi è l’unica arteria alternativa alla Mezzina per raggiungere Offida e dunque  fatto ne sconta i disagi indiretti. Il Sindaco Lucciarini ha ribadito la bontà di un approccio di questo tipo basato sul confronto costruttivo con i cittadini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 126 volte, 1 oggi)