OFFIDA – La “Città del Sorriso”  è pronta a divenire patrimonio dell’umanità, ed ha le carte giuste per esserlo. Per questo motivo il sindaco Valerio Lucciarini ha deciso di avviare la procedura necessaria per far riconoscere  Offida e le sue peculiarità Patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco. “Vogliamo che la Fondazione che ha il compito si sviluppare e preservare i luoghi che hanno requisiti per farne parte, prenda in considerazione anche la nostra splendida città. Una località bellissima dal punto di vista architettonico e artistico e per giunta uno fra i paesi che hanno mantenuto inalterate le proprie tradizioni secolari”.

Con queste parole il sindaco Valerio Lucciarini ha commentato la decisione che se si concretizzerà darà un lustro ancora maggiore ad una già meravigliosa cittadina. Offida con il suo Carnevale e la famosa tradizione de “Lu Bov Fint”, con l’arte della lavorazione a tombolo tramandata di generazione in generazione, con le sue opere architettoniche come la suggestiva chiesa di Santa Maria della Rocca ha le potenzialità per divenire patrimonio dell’Unesco. “Il riconoscimento potrebbe divenire – ha proseguito il primo cittadino – uno straordinario trampolino di lancio, una grande opportunità per il turismo di Offida e di riflesso per l’intero territorio piceno”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 309 volte, 1 oggi)