ASCOLI PICENO – ”E’ stata Katia a uccidere Jason e ha colpe anche per i danni fisici riportati dal nostro primo figlio”. Lo ha detto Denny Pruscino agli agenti della polizia penitenziaria del carcere di Ascoli dove e’ detenuto per omicidio volontario e occultamento del cadavere del neonato scomparso dallo scorso giugno. Il verbale dell’audizione sollecitata dallo stesso Pruscino, padre adottivo del bimbo, e’ stato subito trasmesso alla Procura per le valutazioni. E’ l’ennesima versione sulla sorte del piccolo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 362 volte, 1 oggi)