ASCOLI PICENO – In occasione della festa di  Santa Cecilia il presidente dalla locale sezione dell’associazione Nazionale Bersaglieri, Antonio Feriozzi ha consegnato al sindaco Guido Castelli, socio dello storico sodalizio da oltre sedici anni, un attestato di “Socio Benemerito” conferitogli a Roma direttamente dalla Presidenza Nazionale dell’Associazione Nazionale Bersaglieri, su proposta e segnalazione dello stesso Feriozzi,  per aver saputo valorizzare il Bersaglierismo, si legge nella motivazione,  con tenacia, perseveranza ed entusiasmo.

Con questa riconoscenza il primo cittadino ascolano può dirsi Bersagliere e pertanto il presidente Feriozzi lo ha omaggiato di un cappello piumato che gli è stato consegnato dal Tenente Colonnello Gabrielli, quale autorità militare, nel corso di una cerimonia ufficiale nella  sede dell’Associazione.

Oltre al cappello piumato, il Presidente Provinciale dei Bersaglieri, Vincenzo Tomassetti, ha consegnato al sindaco Castelli una targa recante il “Decalogo del Bersagliere”, quelle regole scritte dal fondatore Alessandro La Marmora nel 1836 che, come ha sottolineato Tomassetti, sapientemente attualizzate ed osservate, fanno sempre del Bersagliere un italiano esemplare.

Castelli, con orgoglio ed un po’ di commozione, nel ringraziare per questo riconoscimento ha detto di essere onorato del privilegio che gli è stato concesso e con la partecipazione della Fanfara ha voluto subito intonare un canto tipico bersaglieresco.

La giornata era iniziata con l’alza bandiera nel cortile della sede di corso V. Emanuele e proseguita con una solenne cerimonia al monumento ai Caduti di Piazza Roma alla presenza del Vice Prefetto Dott. Angieri, il presidente della Provincia, Piero Celani, il sindaco, Guido Castelli, il vice sindaco, Giovanni Silvestri, il consigliere regionale Giulio Natali ed in rappresentanza del 235° Reggimento Piceno il Comandante di Battaglione Tenente Colonnello Gabrielli.

In Piazza del Popolo la Fanfara ha successivamente eseguito un breve concerto.

Dopo una Santa Messa officiata nella chiesa del  Carmine da don Francesco Bracciani, nella vicina sede dell’Associazione la cerimonia, come detto, per la consegna al sindaco Castelli del cappello dei fanti piumati.Sulle note della Fanfara la festa è proseguita allegramente fino alla cerimonia dell’ammaina bandiera alla presenza  di un bersagliere doc, il Comandante del Reggimento Piceno Colonnello Michele Vicari.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 330 volte, 1 oggi)