ASCOLI PICENO – Prosegue lo scambio di accuse tra Denny Pruscino e  Katia Reginella, genitori del piccolo Jason. Entrambi in carcere per omicidio volontario in concorso, aggravato dai futili motivi, dal vincolo parentale e dall’omissione del cadavere,  nell’interrogatorio davanti al gip di Ascoli Piceno hanno reso versioni opposte.

A detta del suo legale, la Reginella sarebbe “succube del marito”, che avrebbe ucciso Jason. La controparte, sostiene al contrario che era proprio Katia ad essere violenta con il figlio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 105 volte, 1 oggi)