ASCOLI PICENO – Una brutta sorpresa arriva dal giudice sportivo. Il portiere dell’Ascoli Enrico Guarna è stato infatti squalificato per due giornate dopo l’incontro Empoli- Ascoli di sabato scorso nel quale  è stato espulso al 9′ del secondo tempo per “un intervento falloso su un avversario in possesso di una chiara occasione da rete”. E per questo era inevitabile una giornata di squalifica. La seconda giornata è stata invece inflitta “per avere, all’atto dell’espulsione sanzionata dall’Arbitro al 9° del secondo tempo, omesso di uscire dal recinto di giuoco ove stazionava sino al termine della gara, incurante degli inviti rivoltigli da un collaboratore della Procura federale”.

In un momento come questo proprio non ci voleva. Anche se sul rigore concesso dall’arbitro  e soprattutto sull’espulsione, ci sarebbe qualcosa da ridire. Guarna infatti tocca sì Tavano, ma dopo che questi ha già effettuato un tocco sotto che indirizza il pallone verso la porta. Oltre ad aver concesso il rigore,  il direttore di gara Cervellera espelle anche il portiere per “chiara occasione da rete”, quando è però in arrivo Peccarisi che infatti recupera e salva sulla linea la conclusione dell’attaccante avversario. Se Peccarisi, senza l’atterramento di Tavano, sarebbe lo stesso arrivato sul pallone per primo è difficile stabilirlo. Nel dubbio, perciò, l’arbitro poteva quantomeno sorvolare sull’espulsione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 176 volte, 1 oggi)