ASCOLI PICENO – In stretta sinergia e con il pieno supporto da parte del Presidente della provincia Piero Celani, si è esposto in prima persona l’assessore Filippo Olivieri che fin dall’inizio del suo mandato ha costantemente difeso presso tutte le sedi competenti non solo il mantenimento del servizio, ma anche una sua possibile razionalizzazione e, dove necessario, ha anche suggerito un rafforzamento formulando proposte operative attraverso incontri e riunioni con la Regione titolare del trasporto pubblico locale, facendo da tramite per le legittime sollecitazioni ed istanze da parte di associazioni, sindacati e singoli cittadini.

A dimostrazione dell’impegno profuso da parte dell’assessore provinciale ai trasporti, c’è un fitto carteggio intercorso tra l’Amministrazione provinciale e gli altri Enti interessati per far si che il trasporto ferroviario rappresenti uno dei pilastri del sistema della mobilità locale per ragioni economiche, sociali e ambientali.

Anche l’Amministrazione provinciale – continua l’assessore –  si è spesa molto per la sistemazione ed ammodernamento delle stazioni lungo la tratta Ascoli – Porto D’Ascoli, contribuendo sia ottenendo i fondi necessari sia investendo risorse del proprio bilancio e intervenendo nella co-progettazione dell’opera i cui lavori sono già in corso di realizzazione.

Ogniqualvolta, dunque, si siano registrati riduzioni o segnali di allarme per la soppressione di treni, l’Assessorato ai Trasporti si è fatto sentire presso ogni possibile organo o ambito interessato come anche in occasione delle ultime decisioni prese che vanno a penalizzare il territorio Piceno che si trova in particolare difficoltà ed ha bisogno di rilanciarsi. Anche l’assessore Filippo Olivieri, nonostante la convalescenza a causa di un intervento chirurgico, ha continuato a seguire da vicino la questione delle nuove riduzioni di corse che prevedono la soppressione di ulteriori 4 corse Ascoli – San Benedetto e di 2 corse San Benedetto – Ancona, con nuovi e pesanti disagi per i passeggeri, soprattutto pendolari, studenti e lavoratori che usano i treni quotidianamente.

In questa prospettiva, l’obiettivo dell’assessorato ai Trasporti è quello di individuare ogni possibile soluzione che attenui le ricadute in un momento drammatico non solo per il trasporto pubblico locale ma anche per tutto il Paese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 528 volte, 1 oggi)