ASCOLI PICENO – Non ce l’ha fatta Vakaba Traorè, il calciatore diciannovenne della Civitanovese, colpito da una meningite di origine virale nell’ottobre scorso. Il ragazzo, originario della Costa d’Avorio, è morto nell’Ospedale di Torrette ad Ancona, dove era ricoverato, in coma farmacologico, dalla fine di novembre.

Centrocampista di proprietà della Primavera dell’Ascoli, ha giocato con la squadra maceratese fino a poco prima del ricovero in ospedale. Profondo cordoglio nel mondo del calcio.

La società Ascoli Calcio, tramite il proprio sito internet, partecipa al dolore della famiglia. “E’ con profondo dolore – scrive in un messaggio – e viva partecipazione che il Presidente Roberto Benigni, la Dirigenza, i calciatori della prima squadra e di tutto il settore giovanile si stringono itrn un forte abbraccio alla sua famiglia, esprimendole tutto il più sincero e sentito cordoglio: nulla e nessuno potrà sostituire il giovane Vakaba, ma il suo ricordo sarà custodito per sempre nel cuore di chi lo ha conosciuto e amato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.098 volte, 1 oggi)