ASCOLI PICENO – Come si comportano i parlamentari piceni? Per fortuna esiste internet, e tutto (o quasi) viene pubblicato sul sito Camera.it. Per Luciano Agostini (Partito Democratico) e Amedeo Ciccanti (Udc) carta, anzi web, canta.

Confrontando le due pagine, emerge subito che Ciccanti ha esteso maggiormente, rispetto ad Agostini, le possibilità date dalla trasparenza del sito: infatti ha pubblicato la propria situazione patrimoniale, mentre Agostini (contrariamente alla maggioranza dei deputati) non l’ha fatto. E, naturalmente, farebbe bene a farlo.

Ciccanti ha presentato tre proposte di legge come primo firmatario: “Modifica all’articolo 51 del decreto legislativo 19 marzo 2001, n. 69, in materia di determinazione delle aliquote di valutazione per i capitani del ruolo speciale del Corpo della guardia di finanza nel periodo transitorio”, “Modifiche alla tabella A allegata al decreto legislativo 19 febbraio 1998, n. 51, concernenti le circoscrizioni dei tribunali di Ascoli Piceno e di Fermo”, “Disposizioni per la riorganizzazione e l’efficienza del mercato dei prodotti petroliferi e per il contenimento dei prezzi dei carburanti per uso di autotrazione”. Nessuna proposta invece è stata firmata da Agostini in qualità di primo firmatario.

Tante invece le proposte di legge presentate da entrambi in qualità di cofirmatari, anche se numericamente Ciccanti è ancora in leggero vantaggio nel confronto con Agostini. Tra le proposte firmate da Ciccanti, vi sono misure per il sostegno di comuni al di sotto dei 5 mila abitanti e di quelli compresi nelle aree protette, istituzione dell’Agenzia per l’utilizzo delle risorse idriche, disposizioni in materia di detenzione responsabile dei cani. Agostini invece ha “cofirmato” di recente per “l’istituzione della Giornata nazionale dedicata alla memoria del mondo contadino e della Rete Italiana della memoria della civiltà contadina”, “Disposizioni per il coordinamento della disciplina in materia di abbattimento delle barriere architettoniche”, “Legge quadro per la disciplina dei centri benessere”, “Disposizioni per la promozione, il sostegno e la valorizzazione delle manifestazioni dei cortei in costume, delle rievocazioni e dei giochi storici”.

Ciccanti più attivo anche nel ramo degli “atti di indirizzo e controllo”: il parlamentare Udc vince il confronto con Agostini per quanto riguarda il numero di interpellanze (2 contro 1), interrogazioni a risposta immediata in assemblea (1 contro 0), a risposta orale (4-0), a risposta scritta (49-14) a risposta in commissione (29-2) e le risoluzioni in assemblea (1-0). Agostini dalla sua vanta due risoluzioni in commissione e una risoluzione in commissione conclusiva di dibattivo.

Anche gli ordini del giorno presentati in assemblea vedono primeggiare, almeno numericamente, Ciccanti, con 35 Ordini del giorno sul Programma dei lavori dell’Assemblea contro 13 di Agostini, 2 OdG in Assemblea sul Programma dei lavori di Bilancio e un Odg in Commissione (per Agostini 3 Odg in Assemblea su Programma dei lavori di Bilancio).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 581 volte, 1 oggi)