ASCOLI PICENO – Dicembre per lo sport ascolano vuole significare principalmente due cose: il ricordo della scomparsa di Costantino Rozzi e, da qualche anno a questa parte, il Gala dello Sport, un evento che premia gli atleti delle diverse discipline che si sono distinti, a livello nazionale e internazionale, durante il corso dei dodici mesi. E così, in un Teatro Ventidio Basso stracolmo, lunedì sera è andata in scena l’edizione 2011 del Galà, che ha avuto come ospite d’onore il velocista e oro olimpico Pietro Mennea.

La rassegna, presentata dagli ottimi Alessandra Borgia e Luca Sestili, è cominciata con l’Inno di Mameli eseguito da Maria Vittoria Tranquilli. Si sono poi susseguite le varie premiazioni degli atleti protagonisti del 2011, ma anche delle società e dei tecnici. Erano presenti il sindaco Guido Castelli, che ha ricordato come “Ascoli sia, per quantità e qualità delle discipline sportive praticate, la prima in classifica nelle Marche: ben 154 società sportive che coinvolgono il 45% della popolazione. Sette palestre, due palazzetti, pattinodromo, complesso tennistico, quattro campi da calcio e uno da rugby, sono solo alcune delle strutture presenti nel territorio”. Poi, insieme all’assessore allo sport Massimiliano Brugni, ha ufficializzato la candidatura di Ascoli a ‘Città europea dello Sport 2014“.

Tra gli Oscar dello Sport rilasciati nella serata del Ventidio sono da ricordare quello dell’atleta Romano Fenati (Moto Club Piceno), della Croce Rossa Italiana di Ascoli come ‘amico dello sport’, consegnato al suo presidente Battista Faraotti, e quello per il Fair Play, ricevuto da Leonardo Bruno (Amatori Rugby Ascoli), ‘per l’onestà e la correttezza dimostrata in occasione dela partita di Rugby Italia-Francia tenutasi al Flaminio di Roma il 12 marzo 2011’. Il 14 ascolano, infatti, ha visto a terra un portafogli pieno di soldi e, una volta raccolto, lo ha subito portato con il pader da un poliziotto in servizio allo stadio per farlo riconsegnare al legittimo proprietario. La serata ha visto, quindi, salire sul palco dalla platea Pietro Mennea chiamato a fare da testimonial d’eccezione al Galà 2011. Il grande velocista, oro a Mosca ’80 e detentore per 17 anni del record sui 200 metri, ha ricevuto dalle mani del sindaco un ricordo della città di Ascoli. Tutte le foto della serata, ma anche gli elenchi completi di ogni atleta e società premiati si potranno leggere sul numero di ‘RivieraOggi‘ che uscirà giovedì 22 dicembre in tutte le edicole.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 423 volte, 1 oggi)