ASCOLI PICENO – L’associaziazione “Amici della Bicicletta” di Ascoli chiede che venga preso in considerazione il mondo due ruote anche nei progetti appena presentati per il recupero dell’Ex Caserma Vellei a Campo Parignano e dell’ex Tirassegno a Porta Romana.  L’appello è rivoltao all’amministrazionecomunale ed in particolar modo al sindaco, che è anch’esso amante della bicicletta

“Non conoscendo nel dettaglio i progetti, -scrivono in un comunicato – auspichiamo che vengano previste  delle piste ciclabili adiacente alle rispettive strade di scorrimento (via Amadio e viale Treviri) che un domani si integrino con la rete ciclabile cittadina prevista, si spera, nel nuovo Piano urbano del traffico. In particolare nella zona dell’ex-Tirassegno , la pista dovrebbe costeggiare tutta l’area sul lato del viale, oltre il terrapieno, a partire dall’antica sede del Tirassegno fino al palazzo dell’Enel”.

“E’ inutile ricordare -spiegano -che promuovere l’uso della bici sia un azione fondamentale per aumentare il benessere dei cittadini: meno incidenti, meno inquinamento, meno uso di energia, meno stress, meno spese sanitarie, più salute, più risparmio, più socializzazione, più sicurezza. Gli Amici della Bicicletta ci tengono a sottolineare che questi benefici non sono solo appannaggio dei ciclisti urbani , di quelli cioè che usano la bicicletta per gli spostamenti quotidiani, per andare a lavoro, a scuola o a fare la spesa, ma anche appannaggio di tutti gli altri che non usano la bici.
Al contrario, usare l’auto per i piccoli spostamenti non è salutare per chi sceglie l’auto e per chi la subisce…”

“E allora l’invito che gli AdB lanciano è rivolto a tutti quelli che usano l’auto anche per percorrono pochi chilometri… “scegliete la bicicletta e oltre alla salute farete bene all’ambiente, migliorerete il vostro umore e risparmierete un bel po’ di euro…”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 326 volte, 1 oggi)