APPIGNANO DEL TRONTO – Appuntamento con la tradizione ad Appignano del Tronto per le festività natalizie. Come di consueto, ogni fine anno, il centro storico di Appignano del Tronto presterà le sue rue alla tradizionale “Processione dell’anno Vecchio”. Una vera e propria rappresentazione scenografica che avrà come tema le esequie del defunto anno vecchio e i festeggiamenti per l’ingresso di quello nuovo. Un’ambientazione degna di un palcoscenico pulsante di vibrazioni, in cui il Sacro ed il Profano si uniranno per dare forma ad una rappresentazione in perfetto stile Goldoniano.

Grotteschi personaggi sfileranno per il centro storico con dei simpatici costumi rappresentanti i mesi dell’anno, vibrando nell’aria buffe ghirlande e accompagnati dalla banda che, a tutto fiato, strombazzerà un farsesco ritmo funebre di sottofondo. “La Compagnia della Bonamorte”, con le loro fiaccole, e i lumini accesi lungo le rue, rischiareranno il passaggio del Vescovo, il quale officerà il funerale spargendo vino ai presenti. Seguirà il carro funebre, sospinto dal bue e l’asinello, con sopra adagiata la bara contenente le spoglie dell’anno vecchio; e allo scoccare della mezzanotte il feretro verrà dato alle fiamme, in Piazza Umberto 1°, dalle guardie romane che scorteranno il corteo. Il nuovo anno verrà festeggiato tra fiaschi di vino e spettacoli pirotecnici, mentre del vecchio e defunto anno non rimarranno che le povere ceneri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 137 volte, 1 oggi)