ANCONA – Non bastava il “ritocchetto” recente della finanziaria Monti, che aveva alzato il prezzo della benzina. Adesso anche le Regioni hanno aumentato le accise sul costo del carburante, e nelle Marche si registra una delle impennate più alte d’Italia. A causa della mancata concessione dei fondi statali per riparare almeno parzialmente i danni delle alluvioni dello scorso marzo 2011, la Regione Marche è dovuta ricorrere ad un aumento delle accise regionali di 7,6 centesimi al litro per la benzina verde, rispetto ai 2 centesimi decisi precedentemente, nel 2008, portando il prezzo totale a 9,1 centesimi al litro.

Così il costo della “verde” si approssima addirittura agli 1,8 euro al litro, con un prezzo medio nazionale che si attesta tra 1,73 e 1,74 euro al litro.

Buon 2012.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 826 volte, 1 oggi)