ASCOLI PICENO – Al fine di dare una risposta all’emergenza nelle scuole in seguito ai tagli al personale per compensare carenze di organico lo scorso dicembre il Comune di Ascoli ha deliberato uno stanziamento finalizzato all’inserimento di una ventina di Lsu (lavoratori socialemente utili) .

“Quando a settembre abbiamo registrato le segnalazione dei Dirigenti scolastici per la carenza di bidelli e personale ausiliario – afferma il sindaco di Ascoli Guido Castelli – abbiamo cercato di proporre una soluzione concreta che potesse presentare i giusti profili di sostenibilità economica. Ed è così che lo scorso dicembre abbiamo deliberato uno stanziamento finalizzato all’inserimento di una ventina di Lsu che andranno a compensare le carenze degli organici nelle scuole. Siamo intervenuti in maniera concreta, dando una risposta precisa alla richiesta della dottoressa Giovanna Cameli assessore alle Politiche Educative che ha sollecitato l’inserimento di Lsu nelle scuole cittadine. Si è trattato di un’operazione che ha assicurato piena funzionalità al servizio scolastico e al tempo stesso una risposta a circa 20 persone che avevano perso il lavoro dimostrando che è possibile coniugare i principi di una corretta e razionale amministrazione della cosa pubblica con la doverosa solidarietà a quanti vivono situazioni difficili”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 309 volte, 1 oggi)