Pagliare 4-3-3:

1) Peroni, 2 Cafini, 3 Merlonghi, 4 Luciani, 5 Pulcini, 6 Aliyevic, 7 Gregori(18 Verdecchia al 15 st), 8 Chiappini (K), 9 De Luca (17 Di Lorenzo al 23°st), 10 Crocetti, 11 Lanciotti (14 Pallotta al 23°st). Allenatore Vagnoni Roberto

San Marco 4-4-2:  1 Ciccanti, 2 Mazzetti, 3 Casali, 4Sgammini, 5 Fagiani, 6Salvagno, 7 Erba, 8 Petrucci, 9 Rosa (K), 10 Cacciatori(18 Attoresi al 44° st), 11 Monaco. Allenatore Malloni

Arbitro: Giuliani

Ammoniti: Chiappini (P) De Luca (P), Luciani(P);Casali(S),Fagiani(S),Salvagno(S),Cacciatori(S)

SPINETOLI – Buona cornice di pubblico al campo Oasi della Valle di Pagliare del Tronto, più di 200 tifosi impazienti di rivedere la propria squadra conservare la testa della classifica dopo la pausa natalizia.

I giocatori di casa si sentono in dovere di non deludere i propri tifosi, infatti, iniziano subito fortissimo, schiacciando il San Marco nella propria metà campo, è il numero 10 pagliarano il più pericoloso, conquista punizioni, salta l’uomo e inventa lanci per i compagni. All’ottavo minuto il guardalinee alla destra di Giuliani, si supera sbandierando un fuorigioco millimetrico allo straordinario Crocetti, che protesta ingiustamente.

Al quattordicesimo è ancora il Pagliare ad essere pericoloso, su cross da fondo campo di De Luca, Chiappini sfiora solo il pallone di testa.

Il San Marco s’inizia a vedere solo al quindicesimo dopo una ripartenza in contropiede, ma è imponente Merlonghi a smorzare il tiro dell’attaccante fermano. Sull’angolo scaturito il San Marco va in gol, ma l’ottimo arbitro annulla il tutto per un vistosissimo tocco di mano.

Gli ospiti acquistano coraggio ed è ancora Cacciatori a provare un tiro dal limite dell’aria di rigore ma non impensierisce il portiere dei padroni di casa.

Al ventunesimo minuto il Pagliare risale in cattedra e predica calcio, manca solo il gol, infatti, sulla stessa azione Gregori passa in area di rigore a De Luca che cicca il pallone clamorosamente, la difesa allontana pescando in pieno l’inesauribile Crocetti che dal limite calcia al volo, centrando in pieno la traversa.

Il San Marco è alle corde, infatti Fagiani colpisce clamorosamente la palla con le mani in area di rigore, ammonizione e rigore. E’ il numero 10 Crocetti che dagli 11 metri calcia al di sotto delle sue capacità, centralissimo e lento, il portiere respinge con le gambe.

La formazione biancorossa non si perde d’animo questa volta, è Paolo Chiappini il capitano, che cerca di sorprendere Ciccanti direttamente da calcio d’angolo, ma il portiere è reattivo e ci mette una pezza in extremis.

Si gioca ad una porta sola infatti dopo un liscio clamoroso della difesa ospite, De Luca prova ad approfittarne ma non aggancia perché disturbato, il pallone esce quindi in calcio d’angolo ed è proprio da quest’ultimo, battuto da Lanciotti che nascono le proteste dei padroni di casa, i quali si vedono annullare un gol per il classico fallo di confusione.

Solo al quarantatreesimo il San Marco si ricorda di avere degli attaccanti ed infatti provano a ripartire in contropiede, ma vengono fermati da un monumentale Luciani.

Il primo tempo si conclude a reti inviolate con il Pagliare che ha messo ai ferri corti la difesa fermana, che ha resistito.

Il secondo tempo inizia come il primo infatti sono i padroni di casa con la loro punta a sfiorare il gol in semirovesciata, e successivamente, su una punizione di Chiappini indirizzata all’incrocio dei pali, ma è super l’intervento del portiere che nega la gioia del gol alla formazione biancorossa.

La partita cala un po’ di ritmo, ne approfitta il San Marco che con un cross dalla tre quarti coglie impreparata la difesa di casa, permettendo al capitano De Rosa di tentare il gol, ma spara alto clamorosamente a tu per tu con la porta.

Il Pagliare è sempre super quando riparte, infatti, ancora una volta lo straordinario Crocetti combina con De Luca il quale va al tiro ma Ciccanti si supera nuovamente e mette in angolo una palla diretta all’incrocio.

Il secondo tempo si conclude senza altre emozioni, con il risultato di 0 a 0.

Resta il rammarico per il Pagliare di non aver chiuso la partita nelle tantissime occasioni avute, buona la prova del nuovo San Marco, il quale, cambiando molti giocatori con il mercato invernale sembra più competitivo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 330 volte, 1 oggi)