ASCOLI PICENO – Volley e solidarietà ancora una volta si sono dimostrati un binomio vincente. Anche l’edizione 2011 dell’appuntamento pallavolistico di fine anno con le vecchie glorie ascolane di questa disciplina sportiva, ha riscosso grande successo. Alla palestra Squarcia si è infatti rinnovato uno degli appuntamenti natalizi più apprezzati e affollati. Come ogni anno si è ripresentato sotto l’albero di Natale, l’incontro tradizionale di pallavolo tra le vecchie glorie sia femminili che maschili (nella foto), protagoniste in passato di grandi soddisfazioni in campo e ancora pronte a sfidarsi nel segno della solidarietà.

Come al solito hanno partecipato a questo evento tanti ex atleti ed atlete del volley ascolano. Da Pio Travaglini a Tony Vena, da Ivo Brutti a Federico Pellegrino, da Pino Paoletti a Zè Cottilli, da Angelo Piciacchia ad Alberto Sassetti, da Peppe Scarafoni a Maurizio Marini, da Flavio Echites ad Enrico Moretti, da Valerio Rosa ad Alberto Pieroni. Agguerrita anche la truppa femminile con la fortissima Deborah Vallorani, affiancata da Barbara Galanti, Carla De Pasqualis, Roberta Galanti, Rosanna Felici, Raffaella Bartolini, Monica Pontani, Georgia Petrucci, Simona Costantini e Silena Salvucci. Le squadre suddivise in formazioni miste hanno dato la possibilità a tutti i partecipanti di trascorrere un pomeriggio in allegria sotto lo sguardo attento dell’infaticabile arbitro Ezio Angelini. Tutti i partecipanti hanno ritrovato la voglia di immergersi in una magica e divertente esibizione agonistica in cui come sempre non è mancata la voglia di vincere, ma, soprattutto, di divertirsi e di stare insieme ancora un a volta sottorete.

Al termine della maratona pallavolistica gli oltre quaranta partecipanti si sono ritrovati a cena presso il noto Ristorante Gallo D’Oro, dove oltre a gustare gli ottimi piatti dello chef Tarcisio Mazzitti, hanno partecipato alla tombolata di fine serata il cui ricavato (circa 400 euro) è stato donato come regalo di Natale all’amico Giampaolo Mancini, ex pallavolista costretto da anni a vivere su una sedia a rotelle.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 671 volte, 1 oggi)