OFFIDA – Il Maestro di Offida arriva in 140 mila famiglie del territorio delle province di Ascoli e Fermo. Un suggestivo particolare dell’affresco della parte destra dell’abside della Chiesa di Santa Maria della Rocca, visibile anche in 3D, sarà l’immagine di copertina dell’edizione 2011-2012 dell’elenco telefonico Pagine Sì. Una Madonna con in braccio Gesù che reca in mano un uccellino, risalta in tutta la sua bellezza sullo sfondo bianco della copertina del celebre elenco telefonico Pagine Sì che ormai da cinque anni scalfisce il monopolio per anni appartenuto alle Pagine Bianche. E lo fa fondendo in quello che è uno strumento del passato, ma sempre utile anche nell’era di Internet, aspetti altamente innovativi.

Novità nella composizione dello stesso volume che unisce al classico elenco alfabetico, anche l’elenco categorico e che offre anche la mappa di ogni comune del territorio in esso citato. In sostanza si potranno avere in un’unica raccolta pagine bianche, pagine gialle e tutto città. Ma Pagine Sì guarda al futuro e alle possibilità offerte dalle nuove tecnologie grazie al sistema Tag Sì. Infatti basta avere a disposizione uno Smartphone, scattare una foto al codice Tag presente sull’elenco e automaticamente ci si può connettere a siti web, avere a disposizione video, numeri di telefono. Insomma cartaceo e web, un’osmosi che consente all’utente di fruire di un’informazione a 360 gradi. Questa l’evoluzione di Pagine Sì, lo sguardo al futuro che però non dimentica il passato dei territori in cui viene diffuso e che quest’anno rende omaggio ad Offida e alla splendida arte della città opera del genio del Maestro di Offida.

Un omaggio alla nostra città e ad uno dei suoi fiori all’occhiello, la Chiesa di Santa Maria della Rocca, per il quale ringrazio Pagine Sì e  Alessandro Balducci”. Alle parole di ringraziamento dell’assessore alla Cultura Gianpietro Casagrande si sono unite quelle del vice sindaco Piero Antimiani che ha ricordato come la collaborazione tra Offida e Pagine Sì vada avanti in modo proficuo da cinque anni.Colpisce il voler mettere in copertina un particolare della Chiesa piuttosto che la Chiesa stessa. E’ uno stimolo alla curiosità non soltanto dei cittadini di altri territori ma degli stessi offidani, nei quali si potrà innescare la volontà di conoscere qualcosa di più del Maestro di Offida – ha commentato il vicesindaco Piero Antimiani.

E’ Alessandro Balducci di Pagine Sì ad illustrare la nuova edizione dell’elenco 2011-2012. Saranno 140 mila le copie di Pagine Sì stampate che raggiungeranno  le utenze dei comuni di Ascoli Piceno e Fermo. Una diffusione che contribuirà alla familiarizzazione con l’immagine di copertina e che amplificherà la reazione che i visitatori avranno trovandosi al cospetto col dipinto della celebre chiesa offidana. L’immagine che gli utenti avranno davanti per un anno intero solleciterà la volontà di recarsi ad Offida per ammirare la splendida opera dal vivo”.

Insomma, ci si potrà attendere che grazia a Pagine Sì, l’immagine dell’affresco del Maestro di Offida, possa diventare una sorta di sineddoche dell’intera città e delle sue bellezze.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 310 volte, 1 oggi)