ASCOLI PICENO – In attesa della freccia gialla che indicherebbe il tanto atteso sorpasso in classifica su Nocerina e magari Gubbio, l’Ascoli per questa giornata di campionato dovrà accontentarsi del Frecciarossa, il treno che lo accompagnerà da Bologna a Torino per il match’ dell”Olimpico’ contro i granata capoclassifica di Ventura. Un match già proibitivo sulla carta, reso ancor più difficile dalla voglia di riscatto di un Toro che vorrà rifarsi delle brutte prestazioni a cavallo della sosta natalizia. Tuttavia, l’Ascoli, privo dello squalificato Pasqualini, e disturbato dalle voci di calciomercato, avrà dalla sua la possibilità di prolungare il momento ‘no’ dei piemontesi, sfruttando il fattore trasferta, quasi sempre decisivo (3 vittorie su 4) nella gestione Silva.

E’ lo stesso tecnico bianconero a presentare la sfida come un match aperto a qualsiasi risultato: “E’ sbagliato pensare che partiremo sconfitti. Noi ci proveremo perché abbiamo bisogno di punti, anche se il campionato è lungo e non sono queste le partite più adatte per recuperare in classifica”. Il riferimento è alle sfide interne con Gubbio e Nocerina, non la testa, assicura Silva: “Non faremo nessun calcolo, perché non si sa mai in certe partite cosa si può raccogliere. L’unica cosa certa è che vedremo un Ascoli da battaglia“.

Come detto, tra i 19 convocati non ci sarà lo squalificato Pasqualini, il cui posto sulla fascia sinistra di centrocampo sarà occupato da Tamburini. In difesa potrebbe rivedersi Andelkovic, autore del vantaggio nella gara di agosto, e già testato contro la Primavera in settimana. In attacco dubbio Beretta-Soncin, con il Cobra favorito. Recuperato, invece, Papa Waigo. Quella di domani, però, potrebbe essere l’ultima di Marcello Gazzola con la maglia del Picchio. Ventura, invece, dovrà rinuciare ad Ebagua e Iori, squalificati, oltre che a Guberti, Verdi, Zavagno e Suciu, out per infortunio. In attacco, a disposizione i soli Bianchi, Antenucci e Sgrigna, con quest’ultimo destinato a partire dall panchina.

Arbitrerà Palazzino di Ciampino, al primo incrocio con entrambe le squadre… da direttore di gara: con i bianconeri, infatti, vanta una gara da primo assistente in Ascoli-Rimini del 2008, subentrando all’infortunato guardalinee Angrisani. Picchio mai vittorioso a Torino in serie B. Lo scorso anno la sfida finì 2-1 per i granata, stesso risultato della gara di andata del campionato in corso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 157 volte, 1 oggi)