ASCOLI PICENO – È successo di nuovo: stesso incrocio, scena molto simile a tante altre già viste e di cui ci siamo già occupati. Intorno alle 9 di stamattina, 25 gennaio, un uomo in bicicletta è spuntato da via Speranza e ha attraversato l’incrocio cercando di proseguire diritto e imboccare via Tranquilli contromano. L’auto che l’ha urtato facendolo cadere a terra proveniva da Piazza Cantalamessa: forse non ha rallentato a sufficienza, o forse non ha visto la bici a causa dell’auto parcheggiata fuori dagli spazi designati.

L’incidente non ha avuto conseguenze gravi: il ciclista ammaccato si è rimesso in piedi con l’aiuto di alcuni passanti e si è allontanato sulle sue gambe. L’automobilista dovrà far sistemare lo specchietto del lato passeggero, un danno relativamente modesto. La cosa si è risolta in pochi minuti senza l’intervento di polizia municipale o personale sanitario.

Questo incrocio è spesso teatro di scontri con una dinamica sempre simile. In genere si tratta di incidenti lievi e le persone coinvolte ricorrono alla conciliazione amichevole, oppure lasciano proprio correre, come è accaduto oggi. Probabilmente è per questo che al comando della Polizia Municipale di Ascoli, al 12 dicembre scorso non risultava alcun incidente in quel punto dall’inizio del 2011.

La realtà però è diversa: gli incidenti si verificano spesso. Come già segnalato in un articolo di qualche tempo fa (http://www.picenooggi.it/2011/11/09/5971/autoscontro-alle-caldaie-ennesimo-incidente/), l’incrocio risulta particolarmente pericoloso per via di una segnaletica inesistente e del parcheggio selvaggio in tutta la zona. Ai vigili, però, tutto questo non risulta, e infatti da queste parti non si vedono quasi mai.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 378 volte, 1 oggi)