VICENZA-  Buon pareggio a Vicenza per l’Ascoli che con un po’ di fortuna in più avrebbe potuto portare a casa i tre punti. Nonostante un avvio di gara difficile, i bianconeri creano diverse occasioni da gol e soprattutto nel secondo tempo vanno vicini alla vittoria. Con il punto conquistato al “Menti”, in classifica l’Ascoli fa rimanere inalterato il distacco nei confronti del Gubbio, accorcia su Empoli e Albinoleffe e tiene a distanza la Nocerina.

VICENZA (4-3-3): Frison; Tonucci (37’ st Bastrini), Augustyn, Martinelli, Pisano; Paro, Botta, Soligo; Maiorino, Paolucci (18’ Misuraca), Abbruscato. In panchina: Zanchi, Acerbis, Giani, Rigoni, Bariti. All. Cagni.

ASCOLI (3-5-2): Guarna; Andelkovic, Peccarisi, Faisca; Scalise, Di Donato (37’ st Parfait), Pederzoli, Sbaffo, Pasqualini; Papa Waigo (26’st Gerardi), Soncin (43’ st Ilari). In panchina: Maurantonio, Scognamillo, Ciofani, Romeo. All. Silva.

Arbitro: Di Bello di Brindisi.Reti: Abbruscato 3′ , Papa Waigo 22’. Note. Ammoniti: Tonucci, Martinelli, Soligo (V), Sbaffo (A).

Abbruscato gela i bianconeri dopo appena tre minuti  indovinando con un destro l’angolino alla sinistra di Guarna. I bianconeri sono comunque attivi e reagiscono. Pasqualini manca incredibilmente il pareggio che però arriva al 22′ con il solito Papa Waigo: assist di Scalise e destro vincente in piena area del senegalese, al suo nono gol stagionale. In precedenza sempre Papa Waigo aveva colpito il palo esterno. Le emozioni e le occasioni non mancano.

Nella ripresa è l’Ascoli  a meritare di più, andando in due occasioni vicino al gol: prima Peccarisi di testa da corner si vede respingere la conclusione sulla linea di porta da un difensore (i bianconeri protestano per un tocco di mano), poi il portiere Frison dice no ad una conclusione di Pederzoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 301 volte, 1 oggi)