ASCOLI PICENO – “Sabaleaks”, qualcuno l’ha ribattezzato. Ma sulla questione legata ai parcheggi in centro storico adesso l’opposizione di centrosinistra apre un fronte telematico: infatti in diversi simpatizzanti del Partito Democratico hanno avviato la pubblicazione di documenti relativi alla società che gestisce i parcheggi a pagamento.

Uno degli ultimi, che pubblichiamo in Pdf (clicca qui La Saba risponde alla commissione consiliare) riguarda la mancata risposta della Saba ad una richiesta di convocazione della Commissione consiliare di controllo e garanzia, inviata lo scorso 6 gennaio.

“Riteniamo, anche in linea con quanto condiviso con i rappresentanti di codesto comune, di soprassedere dall’incontro” ha risposto la Saba, perché “come è noto sono state avviate con codesta amministrazione le prime propedeutiche attività necessarie per attivare il procedimento amministrativo finalizzato al miglioramento di quanto disposto nell’articolo 9-bis della convenzione sottoscritta in data 12 luglio 2002”.

Quindi un rifiuto di relazionare alla commissione comunale e invece un colloquio diretto solo all’amministrazione comunale (la risposta è stata protocollata il 20 gennaio scorso). Sale sulla ferita lamentata dall’opposizione riguardante la questione Saba e i presunti “segreti” che circonderebbero la vicenda.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 410 volte, 1 oggi)