ASCOLI PICENO – Tra qualche istante le prime voci dei protagonisti al termine dell’importante sfida vinta dai bianconeri contro i molossi di Auteri. Con questi tre punti, l’Ascoli di Silva si porta a tre lunghezze dalla salvezza diretta, mentre i play out sono lontani solo un gradino. Ora, però le difficili trasferte con Sassuolo ed Hellas Verona.

Ecco il turno del tecnico Massimo Silva.

– Sulla vittoria, giunta sul finire di gara: “Avevamo provato ad alzare il ritmo anche prima, ma le due partite ravvicinate si sono fatte sentire. Abbiamo usato anche la fisicità”.

– “Uscendo Scalise avevo perso un cambio, ma confidavo nel loro calo sul finire. Sono partite che si vincono anche così. Devo ringraziare i ragazzi, molti erano stremati, come Papa Waigo. E’ un grande spirito di sacrificio quello mostrato”.

– Sul gol: “Finalmente abbiamo eseguito bene il triangolo su schema da punizione”.

– Sulla classifica: “Non l’ho neanche guardata ancora, ma con Antonio (Aloisi, ndr) dicevo che bisognava guardare noi stessi. Ora ci sono due trasferte, ma poco importa. Ce la giocheremo come abbiamo fatto sempre, cambieremo qualche altro giocatore. L’importante era vincere stasera”.

– Sul mercato: ” Sono molto contento, dopo gli arrivi di Scalise e Gerardi. Speriamo di aver scelto bene. Oltre il nome volevamo puntare sulle loro qualità. Tomi è anche uno che spinge. Certo, con Montalto saranno molti in attacco, ma meglio così”.

Ecco il tecnico ospite Gaetano Auteri: ” Credo che il pareggio fosse il risultato più giusto. Come accade spesso, un episodio banale decide la gara. C’era anche un mezzo fallo in area su Alcibiade da parte di Gerardi. Avevamo fatto una partita attenta, anche se meno offensiva, ma tante erano le assenze. Avevo dei giocatori non al massimo. Sarebbe stato un risultato importante per diversi motivi”:

Ancora sulla gara: “Non avevamo tante scelte oggi. Abbiamo qualche problema dal punto di vista fisico. Abbiamo comunque il tempo per recuperare, partendo dall’ordine in campo. Dobbiamo migliorare in attacco”.

Ecco il match winner Federico Gerardi: “Il gol? Fondamentali soprattutto i tre punti. Sono entrato per dare una mano alla squadra, e sono riuscito a fare gol. Loro erano un pò contratti, anche a livello mentale. Si vede che avevamo molto più da perdere di noi. “.

Sulla sua stagione: “Il gol dà fiducia. Lavorerò con continuità per ritrovare la forma migliore. Poi toccherà al mister fare le sue valutazioni”.

Sulle prossime gare: “Questa vittoria è stata fondamentale. Dovremo lottare fino alla fine e cercare di fare più punti possibili. Saranno due gare molto difficili, è ovvio. Sarà una battaglia continua fino a maggio”.

Sul suo esordio casalingo: “La serata era freddissima. L’ambiente non ha niente a che vedere con Grosseto. I tifosi più apporto ci danno più entriamo in campo caricati”.

L’intesa con i compagni d’attacco:” Ho giocato con alcuni di loro e mi trovo bene con tutti”:

Sul gruppo bianconero: “E’ un gruppo unito. Ce la faremo per la salvezza”.

La dedica al gol? “Alla mia famiglia, alla mia ragazza e a tutti coloro che mi sono stati vicino”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 452 volte, 1 oggi)