SPINETOLI – Bancomat clonati: uno “skimmer” era stato posto presso l’istituto Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno di Pagliare del Tronto, strumento che clonava i codici dei bancomat immessi dagli ignari clienti.

La Squadra Mobile della Questura di Ascoli ha scoperto il congegno grazie alla segnalazione di una autovettura sospetta che si aggirava di frequente nella zona. Secondo le prime indagini, considerato il tipo di apparecchiatura ricevuta, potrebbe ricadere ad altri componenti della “banda dei bulgari” che già si erano contraddistinti per questo tipo di reato applicando questi strumenti nel centro di Ascoli Piceno, nel 2011 (furono scoperti proprio mentre lo stavano installando).

In particolare si fa riferimento a Nikolov Georgi, del 1977, e Dimitrov Atanas, classe 1978, e Stefanov Stefan, del 1980.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.073 volte, 1 oggi)