ASCOLI PICENO – La Squadra Mobile di Ascoli Piceno, collaborando con la Squadra Mobile di Chieti, che ha concluso un’indagine antidroga con l’esecuzione di 6 ordinanze di custodia cautelare in carcere, ha arrestato Carlo Iafrate, originario di Frosinone,  ma di fatto domiciliato a Porto San Giorgio.

L’uomo, unitamente ad altri due soggetti arrestati, acquistava cocaina da rivendere a terzi. In particolare in data 22 e 24 gennaio 2011, questi, dopo aver preso contatti telefonici con un venditore abruzzese, poi arrestato in flagranza, si recava a l’Aquila dove comprava 250 grammi di droga.

La partita di droga, come le precedenti e le successive, veniva poi venduta nel Fermano, nell’Aquilano e a Roma, con Iafrate che svolgeva il ruolo di intermediario. Le ordinanze sono state eseguite anche a carico di due albanesi che smerciavano la droga a Roma. Gli altri quattro arrestati sono di Chieti e  Pescara, mentre il provvedimento dell’obbligo di dimora è stato applicato per altri due soggetti, uno residente nel Pescarese e l’altro nel Chietino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 865 volte, 1 oggi)