ASCOLI PICENO – La squadra mobile di Ascoli Piceno, ha rintracciato presso la sua abitazione ed arrestato Sante Marozzi, 67 anni, residente ad Ascoli Piceno.

La condanna definitiva è arrivata dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Perugia, in esecuzione di una sentenza emessa il 28 gennaio 2001 e resa definitiva il 27 gennaio 2012 .

Marozzi, che sino al 1974 risiedeva in Germania, ha alle spalle diversi pregiudizi: nel 1990 era stato colto in possesso di 7 dosi si eroina ai fini di spaccio e materiale atto al confezionamento; nel 1998 veniva tratto in arresto in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Ascoli per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e da altra ordinanza per evasione; nel 1999 veniva tratto in arresto per furto aggravato; nel 1999 denunciato in stato di libertà per spaccio di sostanze stupefacenti; nel 2002 era stato tratto in arresto per associazione a delinquere finalizzata alla truffa, ricettazione, bancarotta fraudolenta, emissione di fatture per operazioni inesistenti, appropriazione indebita, insieme ad altre 7 persone, quale socio della ditta “Fax 6.14 s.r.l.”.

Marozzi è stato arrestato il 1° febbraio scorso e dovrà scontare 4 anni e 4 mesi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 391 volte, 1 oggi)