ASCOLI PICENO – Sono 500 i quintali di sale finora sparsi sulle strade del Comune di Ascoli, ottanta dei quali dati ai privati cittadini che ne hanno fatto richiesta. Sono inoltre impegnati 10 mezzi antineve pubblici e 18 privati fra Bobcat e Spazzaneve; 29 operatori comunali e 4 tecnici, oltre ai vigili urbani e 25 operatori esterni.

E peril sindaco Guido Castelli, che ha fatto il punto della situazione nel corso di una conferenza stampa, la gestione dell’emergenza da parte del Comune di Ascoli è stata sicuramente migliore di molte altre città. “Abbiamo optato per un impegno di medio termine, non concentrando gli interventi nell’immediato, e questo sta dando i suoi frutti perchè non registriamo particolari criticità soprattutto se pensiamo all’entità dell’emergenza. E’ stata data fin da subito priorità alle frazioni, e questo ha comportato qualche disagio in più per il centro cittadino, ma altrimenti avremmo rischiato che la situazione fuori città degenerasse“,  spiega il sindaco rispondendo così in qualche modo alle critiche che sono arrivate in questi giorni. “Dobbiamo anche ricordare – aggiunge – che il sale va sì usato, ma con raziocinio, perchè crea grosse spaccature alla pavimentazione”.

Nelle ultime ore è stata intensificata la pulizia delle strade nelle frazioni, dove a causa del vento si sono formati cumuli di neve di oltre un metro a Polesio, Monte di Rosara, Colonnata, Cimagallo e Poggio da Capo.

La situazione però si annuncia  critica per i prossimi due giorni. La Protezione Civile ha infatti lanciato un allarme per il rischio ghiaccio nelle giornate di mercoledì 8 e giovedì 9. Le precipitazioni potrebbero durare anche fino a venerdì ma il problema maggiore sarà il ghiaccio sulle strade. E si raccomanda anche la massima attenzione a non camminare sotto i cornicioni dato che si stanno formando stalattiti di ghiaccio di grandi dimensioni e alcuni operai del comune sono impegnati a rimuovere le più pericolose.

“Rivolgo un invito ai cittadini – dice Castelli – a fare massima attenzione e ad essere prudenti mentre si cammina per le strade. Il travertino con cui è pavimentata la maggior parte della città in questi casi è molto pericoloso. In particolar modo gli anziani dovrebbero limitare le uscite allo strettamente necessario“. Intanto, per venire incontro alle esigenze di acquisto di medicinali, è stato esteso il servizio “Prontofarmaco”, attraverso il quale telefonando al numero 344 6669349 potrà essere richiesta la consegna a domicilio, mentre per esigenze particolari si può contattare la Protezione Civile. Per quello che riguarda le scorte di benzina e di generi alimentari, i supermercati sono forniti all’80%, mentre i distributori di carburante al 50% ma la richiesta è molto minore. Il Comune informa anche che ulteriori informazioni e comunicazioni sono reperibili sul sito del comune e sulla pagina Facebook, dove gli aggiornamenti sono più immediati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 162 volte, 1 oggi)