OFFIDA – La corsa dei due mari, in calendario dal 7 al 13 marzo, farà tappa ad Offida. E’ stata presentata nei giorni scorsi l’edizione 2012 della Tirreno-Adriatico, la celebre gara ciclistica che partirà da San Vincenzo (Livorno) e che toccherà la città del merletto il giorno lunedì 12 marzo. Una tappa che avrà inizio e traguardo nella ridente cittadina picena e che sarà sostanzialmente in circuito. Prima un ampio circuito di 84 chilometro con il Gran premio della montagna di Ripatransone e poi sei giri, tutti in territorio offidano sul circuito dei Mondiali Juniores 2010 e degli Europei Under23 2011con possibile arrivo in volata.

Offida dunque pronta ad ospitare i grandi nomi del ciclismo italiano ed internazionale e i rispettivi staff per quella che, per gli appassionati di ciclismo, ma anche per tutti gli offidani, sarà una giornata memorabile.

Dal 7 al 13 marzo la celebre competizione (seconda gara a tappe più importante dopo il giro, quarta al mondo per partecipazione) vanterà la partecipazione di grandi stelle del ciclismo  a cominciare da Alberto Contador, Cade Evans, il campione del Mondo Mark Cavendish e Philippe Gilbert, Vincenzo Nibali, Michele Scarponi, Filippo Pozzato e Andrea Guardini.

Un evento che traghetterà di nuovo la città del merletto al centro del mondo.

Il percorso tutto offidano infatti “garantirà alla città più di due ore di diretta televisiva dai canali Rai Tre, Rai sport ed Eurosport, costituendo un’ottima vetrina per la promozione del territorio in un periodo dell’anno particolarmente proficuo perché solitamente è quello in cui si scelgono le mete delle vacanze estive – ha osservato Gianni Spaccasassi, presidente della Società Ciclistica Amatori di Offida.  – Una tappa che è naturale prosecuzione del nostro progetto e attraverso la quale si vuole donare ad Offida ancora un evento di alto livello”.

La città dunque è già pronta con le sue infrastrutture ricettive a garantire ospitalità agli oltre 200 corridori di fama internazionale e ai relativi staff che già nella settimana antecedente il 12 marzo raggiungeranno il noto comune piceno. Oltre cento i giornalisti accreditati, per i quali verrà allestito il quartier tappa nella splendida sala all’interno dell’Enoteca Regionale. Si stima che nel Paese del Sorriso affluiranno circa 200 mezzi e 40 moto. Per un totale di circa un  migliaio di persone pronte ad animare le vie dell’antica cittadina marchigiana.

“Ammirare la nostra città dall’alto sarà un’ottima pubblicità per il nostro territorio. E’ per noi un onore sapere che RCS, che organizza grandi eventi sportivi, abbia scelto Offida per una tappa importante affidandola ai volontari della Sca – ha affermato Giulio Brandimarti Responsabile Marketing della Sca e membro del Cda del Consorzio Turistico Riviera delle Palme. – Il ringraziamento va pertanto a sponsor e collaboratori, ma anche a Offida e agli offidani sempre pronti ad accogliere nel modo più ospitale possibile i protagonisti, ma anche gli spettatori di eventi di tale prestigio e tale risonanza”.

Per Piero Antiminiani Vicesindaco con delega al turismo e allo sport: Dopo i Mondiali Juniores nel 2010 e gli Europei nel 2011, l’assegnazione di una tappa della Tirreno-Adriatica rappresenta un altro straordinario traguardo per la Sca e per l’intera città, che sono certo ancora una volta riuscirà a dimostrarsi degna dell’evento. L’Amministrazione Comunale, pur consapevole delle difficoltà contingenti proprie di una realtà di dimensioni demografiche limitate, intende continuare a sostenere con entusiasmo eventi di tal genere che rappresentano sicuramente un’imperdibile opportunità di promozione turistica”.

“Una manifestazione che completa in modo autorevole la triade di eventi dedicata al ciclismo che Offida ha ospitato negli scorsi anni quali appunto Mondiali Juniores 2010 e deli Europei Under23 2011. In primo luogo – ha osservato il Sindaco Valerio Lucciariniper il livello dei campioni che parteciperanno, in secondo luogo per il fatto che RCS si affidi totalmente a dei volontari della Sca, quindi ad offidani, che prestano in modo totalmente gratuito la loro opera e ai quali va il mio plauso per il lavoro svolto in questi anni. Un’attività che l’Amministrazione Comunale  intende riconoscere in modo concreto, inserendo già nel bilancio di previsione 2012 un capitolo destinato proprio alla Sca. L’importo previsto sarà di 15 mila euro che saranno destinati al sostentamento delle spese per la Tirreno-Adriatico”.

A supporto di un evento di tale portata l’Amministrazione Comunale metterà a disposizione il nuovo parcheggio di scambio in zona Ex Fornace con 200 posti auto disponibili. Inoltre nel giorno antecedente la tappa sarà inaugurato il monumento al ciclismo realizzato dall’artigiano Enzo Cataldi che sarà ubicato in Borgo Leopardi.

Come ha riferito durante la presentazione ufficiale dell’edizione 2012 Alfredo Martini, presidente onorario della Federciclo: “La Tirreno-Adriatico è nata da una felice intuizione e dall’enorme volontà di Franco Mealli come risposta alla Parigi-Nizza. Si era constatato che a vincere la Milano-Sanremo fossero solo corridori che avevano nelle gambe la Parigi-Nizza. Ma adesso la Tirreno-Adriatico è un appuntamento prestigioso, e vincerla dà già un senso alla stagione”.

“La corsa mi piace molto – ha commentato Michele Scarponi, vincitore dell’edizione 2009 e presente al battesimo di San Vincenzo – spettacolare in particolare la tappa con arrivo a Prati di Tivo: quella è una salita vera, e per me più la corsa è dura e meglio è. So comunque che dovrò combattere con due mostri sacri come Contador ed Evans. Alberto in particolare ha già dimostrato in Argentina di essere in gran forma e verrà sicuramente per vincere. Ci sarà da divertirsi”

Le formazioni

Saranno 22 le formazioni che parteciperanno alla Tirreno–Adriatico 2012 (18 UCI Pro Teams e 4 UCI Profesional Teams): Acqua & Sapone (Ita); AG2R La Mondiale (Fra); Astana Pro Team (Kaz); BMC Racing Team (Usa); Colnago – CSF Inox (Irl); Colombia – Coldeportes (Col); Euskaltel – Euskadi (Esp); Farnese Vini –Selle Italia (Gbr); FDJ– Big Mat (Fra); Garmin – Cervelo (Usa); Greenedge Cycling Team (Aus); Katusha Team (Rus); Lampre – ISD (ITA); Liquigas –Cannondale (Ita); Lotto Belisol Team (Bel); Movistar Team (Esp); Omega Pharma – Quickstep (Bel); Rabobank Cycling Team (Ned); Radioshack – Nissan (Lux); SKY Procycling (Gbr); Team Saxo Bank (Den); Vacansoleil – DCM Pro Cycling Team (Ned).

I campioni in gara

Tra i nomi dei campioni che hanno inserito nel loro programma stagionale, la partecipazione alla corsa dei due mari sono da citare: il vincitore dell’edizione 2011 della Corsa dei Due Mari, Cadel Evans, il vincitore del Giro d’Italia 2011, Alberto Contador, Vincenzo Nibali, Michele Scarponi, il campione belga Philippe Gilbert, lo svizzero Fabian Cancellara, il campione italiano Giovanni Visconti, il campione del mondo, Mark Cavendish, Peter Sagan e gli azzurri Andrea Guardini e Enrico Battaglin. Come lo scorso anno, la Maglia Azzurra di leader della classifica generale, sarà intitolata al compianto CT della Nazionale, Franco Ballerini.

 Le tappe

Sette tappe previste dal 7 al 13 marzo per un totale di km 1063,2. Partenza da San Vincenzo con una cronometro a squadre. Traguardo finale a San Benedetto del Tronto.

Mercoledì 7 marzo: cronosquadre San Vincenzo-Donoratico, km 16,9. Prima parte composta dai lunghi rettilinei, da San Vincenzo porto fino all’ingresso di Donoratico dove, con un ampio anello, si toccherà Castagneto Carducci per rientrare sull’Aurelia, in direzione sud. Previste alte velocità 53/54 km/h per le squadre migliori.

Giovedì 8 marzo : San Vincenzo-Indicatore, km 230. Prima tappa per velocisti. Le difficoltà nell’avvicinamento al traguardo saranno costituite dai due GPM di Volterra e da Castellina in Chianti. Circuito finale di 33,5 km da percorrere due volte. La tappa si concluderà con quasi 7 km larghi, rettilinei e spesso in leggera discesa, che favoriranno la volata di gruppo.

Venerdì 9 marzo: Indicatore-Terni, km 178. Le difficoltà saranno minime lungo tutto il percorso e l’ unica difficoltà sarà la salita di Todi (GPM) con pendenze a doppia cifra. Da lì circa 30 km mossi con diversi saliscendi che porteranno al traguardo di Terni: tratto finale con vialoni larghi e rettilinei intervallati da ampie rotatorie.

Sabato 10 marzo: Amelia- Chieti km 252. Sarà la tappa più lunga della corsa. Con i suoi 252 km attraverserà gli Appennini fino ad arrivare quasi al mare Adriatico. Dopo Scafa inizierà il temibile finale: salita al Passo Lanciano seguito da oltre 25 km di salite e discese, senza soluzione di continuità. La tappa si concluderà sulle rampe al 18% e oltre di via dei Marsi e via del Tricalle, dove al termine mancherà 1 km all’arrivo in Corso Marrucino. Ben 2800 metri di dislivello.

Domenica 11 marzo: Martinsicuro-Prati di Tivo km 196. Sarà la tappa di montagna della Tirreno Adriatico 2012. Lungo i suoi 196 km si dimostrerà una tappa per uomini di fondo oltre che per scalatori. Dopo Teramo si affronterà la salita di Piano Roseto (20.8 km 4.7%) e al termine della discesa inizierà subito la salita finale. Si tratta di 14.5 km al 7% di media, con punte fino al 12%. Una salita già affrontata dal Giro d’Italia del 1975 quando Giovanni Battaglin vinse davanti a Francisco Galdos. 3400 metri di dislivello.

Lunedì 12 marzo: Offida-Offida km 181. Tappa sostanzialmente in circuito, prima un ampio circuito di 84 km con il GPM di Ripatransone, e poi sei giri sul circuito dei Mondiali Juniores 2010 e degli Europei Under23 2011. Possibile arrivo in volata ma probabilmente di gruppo ristretto.

Martedì 13 marzo: cronometro San Benedetto del Tronto km 9,3. Confermata la cronometro individuale a San Benedetto del Tronto per chiudere la corsa. Si partirà dalla Capitaneria di Porto (Guardia Costiera) e si procederà verso Porto d’Ascoli, lungo il mare. Da Piazza Salvo d’Acquisto (cronometraggio intermedio) si risalirà fino a San Benedetto del Tronto, dove la corsa terminerà sul traguardo tradizionale di viale Buozzi. Gli ultimi 2.5 km sono praticamente rettilinei.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 777 volte, 1 oggi)