ASCOLI PICENO – In periodi di emergenza i disagi sono maggiori e vengono fuori tutte le ‘falle’. Il Pronto Soccorso di Ascoli registra un aumento di interventi in seguito all’emergenza neve di questi giorni.

Ma la situazione più critica, secondo  quanto sostiene l’onorevole Amedeo Ciccanti, riguarda il reparto radiologia.

Per il deputato dell’Udc, che ha segnalato il problema con una lettera all’assessore alla Sanità Mezzolani e al direttore dell’Asur Ciccarelli, da qualche settimana si registrano ripetute interruzioni per guasti alle apprecchiature della Tac e della risonanza magnetica.

“Sono fermi da giorni esami d’urgenza e programmati – scrive Ciccanti – La situazione perdura da tempo perchè le apparecchiature sono obsolete nella tecnologia e la manutenzione lascia a desiderare“.

“Mancando uno dei segmenti diagnostici di utilizzo ordinario, tutti gli altri reparti vanno in sofferenza”, aggiunge l’onorevole, secondo il quale non si possono eseguire esami alle arcate dentarie in tutte le strutture della zona 13 e in più la carenza di personale non permetterà, per gli esami, il recupero nell’immediato futuro del ritardo accumulato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 254 volte, 1 oggi)