ASCOLI PICENO – Per la prima volta l’ospedale di Ascoli Piceno è stato insignito del cosiddetto “Bollino Rosa”, riconoscimento assegnato per l’eccellenza della sanità al femminile.

L’ attestato era stato già conferito all’ospedale di San Benedetto del Tronto. Un risultato perseguito  dalla Commissione Provinciale Pari opportunità presieduta dalla dottoressa Maria Antonietta Lupi con il supporto costante dell’assessore alla Politiche Sociali e Pari Opportunità con delega alla sanità Pasqualino Piunti. La commissione ha organizzato ben quattro eventi per far conoscere ufficialmente all’osservatorio nazionale della salute della donna (ONDA) tutti i progetti esistenti o in fieri nei due ospedali e poter così valorizzare un impegno che ha portato a questo importante traguardo per il territorio.

Proprio recentemente il Bollino Rosa è stato al centro del convegno “Per l’eccellenza della Sanità al femminile”, organizzato dalla Provincia-Commissione Pari Opportunità, in collaborazione con il Soroptimist club di Ascoli Piceno, con il patrocinio del Comune di Ascoli e dall’Area vasta 5.

“Attualmente in Italia – afferma la dottoressa Lupi – sono 224 gli ospedali a cui è stato assegnato il Bollino Rosa, di questi, il 70% è al nord, il 17% al centro e solo il 13% al sud. E’, dunque, motivo di grande soddisfazione essere rappresentati nel novero delle realtà ospedaliere che hanno mostrato particolare attenzione alle esigenze più pregnanti manifestate dal mondo femminile. Quando le donne si ammalano si creano particolari problemi – ha sottolineato – perché tocca prevalentemente a loro l’assistenza a bambini, anziani, malati, disabili. E quindi alla loro malattia si aggiunge il disagio per queste categorie; risulta pertanto importante farsi carico con particolare sensibilità e buone prassi per venire incontro a queste particolari esigenze sociali senza dimenticare lo sforzo per curare al meglio determinate patologie che colpiscono con più frequenza o specificatamente le donne come l’osteoporosi”.

“La sanità del Piceno si conferma particolarmente attenta alle patologie e alle esigenze delle donne con in prima fila i suoi due principali nosocomi di Ascoli e San Benedetto – evidenzia l’assessore Piunti – è importante costruire non solo una sanità che curi ma una sanità che si prenda cura delle esigenze del mondo femminile”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 122 volte, 1 oggi)