ASCOLI PICENO – Ecco come PicenoOggi ha visto i protagonisti bianconeri della sconfitta al ‘Bentegodi’.

Guarna 5: Spericolato oltre il dovuto nelle uscite, sbaglia diverse volte i tempi dell’intervento alto. Ed anche sul gol dell’1-0 qualcosa poteva fare, visto che il tiro, sì preciso e potente, era da molto lontano.

Andelkovic 6: Sulla sua corsia ha parecchio da fare in accoppiata con Ciofani, soffre le incursioni, ma non commette grossi errori.

Peccarisi 6: Ancora una partita tutto sommato ben giocata dal centrale bianconero. Svetta di testa, ed è anche attento sulle incursioni gialloblù, anche se a volte ritarda l’uscita dal limite per evitare conclusioni da fuori.

Faisca 5,5: Mezzo voto in meno degli altri per la disattenzione su Gomez nel primo tempo che poteva costare lo svantaggio ancor prima dell’intervallo.

Ciofani 6: Torna a fare l’esterno di centrocampo e se la cava. Nei primi 45′ l’Ascoli spinge più sulla sinistra, così lui deve pensare a controllare le avanzate avversarie. Nella ripresa si fa vedere anche in avanti, alternando buone giocate a cross non all’altezza.

Di Donato 5,5: Di corsa ce n’è tanta, ma stavolta la precisione nei passaggi non è delle migliori. Alcuni palloni, specie nel primo tempo potevano essere gestiti meglio.

Pederzoli 6,5: E’ sempre lui al centro della manovra. Cuce e ricuce la trama, e spesso ‘scuce’ quella del Verona, sradicando diversi palloni sulla mediana. Nel finale sfiora il gol su punizione.

Sbaffo 6,5: E’ ancora lontano dalle prestazioni di inizio stagione, ma oggi ha fatto in parte capire che non è il giocatore spento e pasticcione delle ultime giornate. Sbaglia qualche passaggio, ok, ma è l’unico, davvero l’unico a creare qualcosa o tentare di ferire gli scaligeri.

Pasqualini 6,5: Anche lui è autore di una prova più che sufficiente. Sulla sua fascia si sviluppano le sole avanzate biancoere del primo tempo ed anche lui, in tandem con Sbaffo, prova ad accendere la manovra tentando anche l’accentramento.

Papa Waigo 5,5: Sembrava solo un sosia del Papa Nero elogiato quindici giorni fa. Nello stadio che lo ferì con cori razzisti potrebbe spaccare in due la difesa, specie nel secondo tempo, con le sue cavalcate in contropiede, ma non salta un solo uomo. Si cerca e si trova spesso con Soncin, ma troppo lontani dalla porta. Si sarà tenuto le cartucce per il Grosseto?

Soncin 5: Silva, nonostante un Gerardi fresco e caricato dal gol contro la Nocerina, gli dà ancora fiducia. Ma il ‘Cobra’ dimostra di non avere il guizzo giusto, perdendo anche qualche pallone spalle alla porta. Un regalo i venti minuti nel secondo tempo.

Gerardi, Ilari, Falconieri: s.v.

Silva 5,5: Smonta la classifica presentando un Ascoli degno di giocarsela a viso aperto. Tuttavia, il suo Picchio ha il becco spuntato e non riesce mai a colpire come vorrebbe, neanche in contropiede. Tarda troppo i cambi, specie su Soncin.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 260 volte, 1 oggi)