ASCOLI PICENO – Ascoli si è svegliata con il sole oggi, lunedì 13 febbraio, e per la prima volta dopo diversi giorni non è nevicato. Questo ha permesso alla città di incominciare pian piano a tornare alla normalità, dopo che una delle nevicate più intense di sempre ne aveva scombussolato la vita di tutti i giorni: scuole chiuse per una intera settimana e anche oggi (riapriranno solo domani ad eccezione della scuola dell’infanzia del plesso di San Gaetano che rimarrà chiusa anche martedì per dei guasti all’impianto termico); uffici pubblici chiusi nella giornata di sabato; negozi con orari completamente stravolti.

Tutto sommato però la città ha retto bene l’emergenza. “Ancora mille disagi ma, rispetto agli altri, siamo davvero molto avanti nel lavoro.”- ha affermato il sindaco Guido Castelli. Disagi maggiori ci sono stati nelle frazioni, con alcune abitazioni rimaste isolate e problemi ai collegamenti idrici ed elettrici. Stamattina c’è stata una interruzione della conduttura idrica nella frazione di Colli di Lisciano che ha richiesto diverse ore di intervento.

Le situazioni più pericolose in città si stanno verificando all’altezza del colle dell’Annunziata con il sindaco che, dopo averne rilevato lo stato di pericolosità, ha disposto la messa in sicurezza del muro in pietra che sostiene la scarpata di Viale della Rimembranza e la chiusura al traffico della strada (sia veicolare che pedonale). Inoltre sono monitorati ed in alcuni casi sono stati necessari interventi di messa in sicurezza degli alberi più alti, particolarmente a rischio caduta dopo il peso della neve sopportato in questi giorni. Alcuni rami si sono spezzati nel piazzale davanti al chiostro della chiesa dell’Annunziata dove diversi pini appaiono particolamente inclinati (vedi foto nel link a lato). Chiusa anche, ad eccezione dei residenti, Via Pretoriana.

Intanto oggi i mezzi spalaneve, che nei giorni passati sono stati utilizzati soprattutto nelle frazioni, si sono concentrati in città dove tutte le strade appaiono ormai pulite anche se la situazione della circolazione veicolare non è ancora tornata alla normalità. File, rallentamenti, traffico un po’ ovunque dovuto ai numerosi mezzi in azione ma anche alle difficoltà nei parcheggi. I bordi delle strade in molti casi sono ancora ricoperti di neve e le manovre sono difficoltose.

Il problema principale per la sicurezza rimane però il ghiaccio nei marciapiedi,  nelle strade collinari o in quelle poco esposte al sole. Particolarmente pericolosi soprattutto per i pedoni e per le auto in sosta sono poi i ghiaccioli formati sotto i cornicioni, alcuni di grandi dimensioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 298 volte, 1 oggi)