ASCOLI PICENO – Battere i toscani per cercare il grande sorpasso in classifica. E’ questo l’obiettivo di questa ventottesima giornata di serie BWin dei bianconeri. Per farlo, Silva dà fiducia a Gerardi titolare, al posto di Soncin, in panchina insieme a Tomi. Per Montalto, invece, solo tribuna. Ugolotti, dal canto suo, punta su Alfageme e Caridi, con Lupoli in panchina. Durante il riscaldamento, proprio l’ex punta e Giallombardo sono stati presi di mira da alcuni tifosi della tribuna scoperta. Presente in tribuna l’arbitro di serie A Antonio Giannoccaro.

ASCOLI (3-5-2): Guarna; Andelkovic, Peccarisi, Faisca; Ciofani (30′ st Maurantonio), Di Donato (cap.), Pederzoli, Sbaffo (19′ st Soncin), Pasqualini (25′ st Tomi); Papa Waigo, Gerardi. A disp: Maurantonio, Giovannini, Ilari, Parfait, Falconieri. All: Silva

GROSSETO (4-4-2): Narciso; Antei, Olivi, Padella, Giallombardo; Sciacca, Crimi, Jadid (39′ st Consonni), Caridi (cap.) (18’st  Misuraca); Keko (8′ st Lupoli), Alfageme. A disp: Viotti, Calderoni, Formiconi, Curiale. All: Ugolotti

Arbitro: Irrati di Pistoia

Reti: Alfageme al 19′ st

PRIMO TEMPO

1′ Comincia la gara, che può valere la terza vittoria interna consecutiva.

10′ Partita equilibrata, con squadre ancora in fase di studio. La prima conclusione è bianconera e porta la firma di Pederzoli, che da punizione manda alto.

12′ Ascoli ancora vivo in area grossetana: è Pasqualini a mettere dentro dal fondo, ma la deviazione di Di Donato è strozzata e termina a lato.

13′ Ancora Picchio protagonista con un veloce contropiede innescato da Papa Waigo che supera Giallombardo in bello stile, ma il suo passaggio filtrante per Sbaffo viene intercettato dai toscani. Ascoli, dunque, partito meglio degli ospiti.

22′ Partita che non decolla, con l’Ascoli che cerca di attaccare sulle fascie, specie sulla sinistra, ma i cross che ne escono sono preda del portiere Narciso.

26′ Prima folata ospite: ci ha provato il capitano Caridi, da fuori area su servizio di Alfageme, ma il suo destro è alto sopra la traversa.

32′ Occasionissima per il Grosseto con l’Alfageme: l’attaccante biancoazzuro parte sulla trequarti e vede spaccarsi in due la linea difensiva bianconera. Per fortuna, il suo destro scagliato dentro l’area è centrale e bloccato da Guarna.

45′ Senza alcun recupero, finisce il primo tempo. Partita brutta, dai ritmi lenti. Con un Grosseto quasi arrendevole, l’Ascoli deve cercare di fare di più.

SECONDO TEMPO

1′ Il secondo tempo comincia senza nessun cambio.

4′ La gara è cominciata sulla falsa riga dei primi 45′: l’Ascoli che attacca con il Grosseto che prova a giocare di rimessa. Ma ora i bianconeri appaiono più decisi e attaccano a testa bassa.

8′ Pioggia di fischi al ‘Del Duca’: entra l’ex Arturo Lupoli, preso di mira dalla curva dopo l’esultanza nel gol dell’andata. Appena entrato, il n.52 grossetano viene preso ‘in consegna’ da Peccarisi, suo marcatore, che sembra averlo messo in guardia con qualche parola di troppo. Tant’è che l’arbitro ritarda la ripresa del gioco per redarguire il difensore ascolano.

10′ Ascoli vicinissimo al vantaggio: su cross da destra, Sbaffo, tutto solo in area, spara a botta sicura di piatto al volo, ma la conclusione viene respinta d’istinto da Narciso, aiutato anche dalla fortuna e dalla non ottimale precisione del biondo centrocampista.

16′ Il clima ora è rovente: il nervosismo generale viene motivato anche dall’eccessivo tempo perso per le cure a Caridi. Ripreso il gioco, scintille anche tra Lupoli e Pederzoli, entrambi poi ammoniti dall’arbitro.

20′ GROSSETO IN VANTAGGIO: ha segnato Alfageme. L’attaccante grossetano scatta sul filo del fuorigioco e, presentatosi davanti a Guarna lo infila di piatto. Un’azione resa buona solo dall’errore difensivo nel far salire la linea. Intanto dentro anche Soncin per Sbaffo.

25′ Esordio per Giovanni Tomi, all’esordio in biancoero, entrato al posto di uno spento Pasqualini.

30′ Piove sul bagnato per l’Ascoli: espulso Guarna per un intervento spericolato sulla trequarti. Il portiere bianconero, cercando di contrastare lo scatto di Alfageme, falcia l’attaccante rimediando anche un infortunio. Per l’arbitro è chiara occasione da gol, nonostante Faisca fosse affianco ad Alfageme. Il terzo cambio, così, è per Maurantonio, dentro per Ciofani.

37′ E’ Tomi a sfiorare il pareggio su punizione, ma il suo violento sinistro finisce a lato di poco.

44′ Grosseto che sfiora il raddoppio con Lupoli in contropiede, ma per fortuna il suo destro va sul fondo.

45′ Cinque i minuti di recupero.

49′ RADDOPPIO DEL GROSSETO: il gol arriva su un’azione a dir poco comica, con Alfegeme che salta un difensore e con Maurantonio in uscita temporeggia, fino a quando il portiere barese torna clamorosamente in porta spalancando la conclusione dell’attaccante.

50′ Finisce la gara. Brutto ko arrivato al termine di una gara giocata molto male dai bianconeri, oltretutto contro un avversario quasi inguardabile. Decide una doppietta di Alfegeme. Sottotono quasi tutti i calciatori bianconeri, tranne Papa Waigo, l’unico a tenere alta la speranza fino al 2-0.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.114 volte, 1 oggi)