ASCOLI PICENO – Ci teneva a parlare. Per difendere un pò le sue scelte, ma soprattutto il lavoro fatto da staff tecnico e squadra negli ultimi mesi, impossibile, secondo lui, da rovinare solo con una partita storta come quella persa sabato scorso col Grosseto. E così, Massimo Silva, nonostante la società bianconera avesse scelto di ‘isolare’ la squadra in questa settimana prima di Sassuolo-Ascoli, ha voluto incontrare la stampa per rassicurare l’ambiente, rimasto amareggiato a seguito dello 0-2 casalingo.

“Ricordo a tutti che tre mesi fa eravamo belli che spacciati: tutti ci consideravano retrocessi e invece ora siamo a pochi punti dalla salvezza – porta alla mente il tecnico bianconero -. In ogni rincorsa che si rispetti c’è sempre un calo di quegli uomini che ‘tirato’ il gruppo. Un calo sia fisico che mentale. Per questo già da Sassuolo ci saranno degli elementi ‘freschi’ che faranno rifiatare chi ultimamente ha giocato sempre. Ma guai a dire che la sconfitta col Grosseto ha rovinato i piani“.

In effetti il mister lo ripete più volte: classifica alla mano nessuno è scappato e le possibilità di rimontare in zona salvezza sono le stesse di prima. Anche se l’ultima giornata era una ghiotta occasione per sorpassare qualche avverario. “E’ stata una partita storta, ma che ci ha insegnato molto, sia ai ragazzi che a me personalmente. Il Grosseto ci ha aspettato – spiega Silva – e, così come abbiamo fatto noi nelle prime gare della mia gestione, hanno atteso l’avversario per poi colpire in contropiede. Ecco, noi, complice la voglia di fare e di attaccare, abbiamo sbagliato a perdere l’equilibrio nelle zone chiave del campo”. Fatto sta che le sue scelte hanno scontentato qualcuno. L’accusa principale è quella di aver insistito su uomini che invece avrebbero bisogno di tirare u pò il fiato. Silva spiega: “Dopo la pausa forzata dovuta al maltempo, anche quelli che giocavano sempre si erano riposati. Così ho voluto confermarli e premiarli per quello che avevano fatto nelle gare precedenti, dove avevano ottenuto sette punti”. Ma da sabato la musica cambia: “Ci saranno delle modifiche. Ma solo di uomini. Tomi? Ci sono possibilità che giochi. Il modulo resterà quello, anche se in futuro non escludo di poter passare al 3-4-3, o inserendo come trequartista Montalto, uno che ha l’inserimento e la tecnica giusti per fare quel ruolo”.

Ma, tattica a parte, Silva insiste su una cosa: “Ho visto scoramento nell’ambiente. Non deve essere così. Noi, dalla società ai ragazzi, ma anche tifosi e stampa, devono dare il supporto giusto. Dobbiamo solo à di qualche settimana fa”. Intanto, la squadra continua ad allenarsi. E’ tornato in gruppo Manuel Scalise, la cui ecografia al ginocchio sinistro ha dato esito negativo. Unico assente alla doppia seduta Enrico Guarna, impegnato con delle terapie dopo l’infortunio di sabato scorso. Domani alle 15 seduta pomeridiana in cui è prevista una partitella insieme agli Allievi nazionali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 215 volte, 1 oggi)