ASCOLI PICENO – Fun! Il maltempo e il Carnevale non possono certo fermare l’arte.
Dopo dieci giorni di rinvio causa neve, Raphael Gualazzi è approdato finalmente sabato scorso nel capoluogo piceno con una ricca selezione di brani contenuti nell’album “Reality and Fantasy” e nuove performance inedite. Un concerto godibile e pregevole per la personalissima qualità artistica dei testi proposti, raffinato e suggestivo per la loro esecuzione dal vivo.

Questa la formazione dei jazzisti che sul palco hanno accompagnato la voce e il piano del giovanissimo jazzman urbinate: Christian Marini (batteria e percussioni), Alex Gorbi (contrabbasso), Giuseppe Conte (chitarra), Luigi Faggi Grigioni (tromba e flicorno), Max Valentini (sax baritono e contralto), Enrico Benvenuti (sax).
E’ stata “Icarus” a dare il benvenuto al pubblico ascolano, con un inizio un po’ sornione, ma subito vigoroso e convincente. Poi è bastato intonare le prime note del ritornello di “Reality and fantasy” e di “Out of my mind” e il Ventidio è decollato.
Un rapido saluto e arriva la maestosità ammaliante di quella “Follia d’amore” che ha trionfato e liberato San Remo 2011 dalla sua muffa. Esplosione di applausi.

Suggestivi gli effetti visivi, le luci e le proiezioni scenografiche durante l’esecuzione di “Scandalize me”. Emozionanti i riverberi crepuscolari e le luci interiori di “Sarò sarai”. Preziosissimi gli interventi e gli a solo di basso e batteria in “Tuesday”, i virtuosismi di “Caravan” e l’omaggio a Dizzy Gillespie con la rilettura di “Shaw Nuff “. Assolutamente travolgente il finale tutto incentrato sull’energia di “Lady ‘O’”.

Rivisitazioni, influenze e contaminazioni musicali a parte – blues, soul, rag time, bebop o stride che dir si vogliano –  Raphael Gualazzi ha rigenerato la città, durante un sabato di carnevale annoiato e quasi stanco.

I suoi sono suoni allegri, con “sorriso naturista” (come dice lui!). Racconti incredibili di passioni e storie d’amore – ma guai a prenderli troppo sul serio! – che coinvolgono all’ascolto e invitano alla gioia. Gli artisti ci sono eccome: sono stati tutti bravissimi. Una ventata di aria meravigliosamente fresca, pulita e buona.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 522 volte, 1 oggi)